Adas, LexisNexis Risk Solutions collabora con Mercedes-Benz

insurtech, adas

Adas, LexisNexis Risk Solutions collabora con Mercedes.

LexisNexis Risk Solutions, azienda attiva nella fornitura di dati, analisi e tecnologia per i settori assicurativo e automobilistico, ha collaborato con Mercedes-Benz Connectivity Services per aiutare i clienti della casa automobilistica in tutta Italia ed Europa a beneficiare di prodotti e programmi assicurativi personalizzati basati sui sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS).

Lo scopo dell’accordo è di consentire ai clienti Mercedes-Benz, al momento dell’acquisto dell’assicurazione, di massimizzare l’investimento che i proprietari di auto hanno fatto negli ADAS, consentendo così al settore assicurativo di capire esattamente come è equipaggiato un veicolo, al momento del preventivo.

A tal fine, quando un cliente richiede un preventivo per l’assicurazione e acconsente al trattamento delle informazioni relative alle apparecchiature, LexisNexis Risk Solutions verificherà la presenza di funzionalità ADAS relative a quel veicolo specifico tramite un’API fornita da Mercedes-Benz Connectivity Services in modo che questa informazione possa essere inserita nei sistemi di quotazione del mercato assicurativo. Le organizzazioni hanno inoltre implementato meccanismi e processi appropriati per proteggere la privacy del cliente durante l’elaborazione delle informazioni sulle caratteristiche del veicolo.

LexisNexis Risk Solutions fornirà il risultato dei dati ai fornitori di assicurazioni in modo sicuro e conforme, fornito attraverso il suo prodotto LexisNexis Vehicle Build, lanciato anche sul mercato italiano.

“Le funzionalità ADAS incluse nelle nuove auto sono state collegate alla riduzione degli incidenti e proprio quelle opzioni ADAS vengono acquistate più frequentemente”, ha affermato Howard Abbey, Autonomous Car Specialist presso SBD Automotive. “Tuttavia, le ampie differenze nella denominazione ADAS hanno reso difficile per i consumatori e per l’industria equiparare correttamente i sistemi delle diverse case automobilistiche. Di conseguenza, è più complesso per le compagnie assicurative fornire i risparmi corretti per la riduzione del rischio ai proprietari di veicoli con sistemi ADAS”.

Il nuovo accordo sottolinea il potere di migliorare le caratteristiche di sicurezza dei veicoli nella fornitura di servizi assicurativi più personalizzati ai consumatori sulla base di dati incentrati sul veicolo. Secondo SBD Automotive, in tutta Europa, il numero medio di funzionalità ADAS offerte su un dato nuovo modello è aumentato da 4,2 unità nel 2017 a 7,1 nel 2020. La ricerca interna di LexisNexis mostra che oltre al numero di funzionalità, il tipo e la combinazione di sistemi ADAS possono fornire maggiori precisione nella gestione del rischio assicurativo.

“Mercedes-Benz Connectivity Services comprende l’enorme potenziale di dati incentrati sui veicoli per una copertura assicurativa più personalizzata, una guida più sicura e per incentivare gli investimenti in ADAS – ha dichiarato Christian Kuhn, Vice Presidente del Business Development Europe per LexisNexis Risk Solutions – Sappiamo che gli ADAS possono ridurre la frequenza dei sinistri e, man mano che raccogliamo più dati sui sinistri dal mercato assicurativo, ci accorgiamo di come tale conoscenza possa aiutare con i prezzi e guidare ulteriori investimenti nello sviluppo degli ADAS. Mercedes-Benz Connectivity Services è leader nella comprensione di come queste informazioni possano essere utili ai proprietari di veicoli e sta lavorando con noi in questo momento cruciale nell’evoluzione dell’assicurazione auto utilizzando dati di costruzione di veicoli e auto connesse”. “Abbiamo volutamente e consapevolmente creato un ponte tra le case automobilistiche e il mercato assicurativo, basandoci sulla nostra storia trentennale nella gestione dei dati dei consumatori. Grazie all’esperienza e ai collegamenti diretti con il settore assicurativo, i consumatori saranno presto in grado di acquistare assicurazioni in un modo completamente nuovo e potente.”

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento