Ania: “Innovazione risposta ai bisogni della salute”

Ania: “Innovazione risposta ai bisogni della salute”.

“Per l’industria assicurativa l’innovazione è un fattore fondamentale nel determinare il posizionamento strategico e il vantaggio competitivo di ogni azienda”. Così la presidente Ania, Maria Bianca Farina, ha aperto i lavori dell’Annual Meeting di “Innovation By Ania”, l’Osservatorio permanente dell’Associazione, che ha l’obiettivo di analizzare, indagare e proporre soluzioni innovative per supportare il settore assicurativo. Durante l’incontro dal titolo “Innovazione e welfare: salute e benessere nell’era digitale” sono stati affrontati gli aspetti legati all’evoluzione della ricerca scientifica, le prospettive offerte dalle nuove tecnologie in ambito medico sanitario e il loro impatto sul sistema economico e sociale.

“Serve un nuovo modello sulla salute che, mantenendo al centro il servizio universale, utilizzi in modo strutturato tutte le competenze e le risorse ottimizzando l’imprescindibile rapporto pubblico-privato” spiega Farina durante il suo intervento. “E’ proprio di queste settimane il dibattito sulla necessità di dotare il Paese di strutture e infrastrutture adeguate ai nuovi bisogni di una società che è cambiata e continua a cambiare velocemente. La sanità non fa eccezione. Proprio per questo, riteniamo che una democrazia debba saper coniugare al meglio l’interesse pubblico con tutte le risorse disponibili”.
“I trend in atto, invecchiamento della popolazione, diffusione della cultura salutista e diseguaglianze sociali, rendono prioritari prevenzione, assistenza e benessere in generale” continua Farina.

Come operare quindi? Secondo la presidente Ania”l’innovazione può essere la risposta. Robotica, genomica, AI: l’innovazione è un mezzo fondamentale per soddisfare gli importanti bisogni di salute e benessere.”
Ad accompagnare e stimolare i processi di innovazione può essere l’’industria assicurativa – dice Farina – ha consolidata esperienza e competenza nella gestione della persona e offre servizi efficienti a costi accessibili. L’industria assicurativa, quindi, è sempre più attore centrale dell’ecosistema perché dispone di un consolidato bagaglio di esperienze e competenze nella gestione della persona in quest’ambito”.

Un esempio di innovazione è stato portato sul palco Innovation By Ania. Si tratta del robot umanoide Sophia. Creato dalla compagnia Hanson Robotics che ha sede a Hong Kong, Sophia può simulare una gamma completa di espressioni facciali, più di 62, tracciare e riconoscere i volti e tenere delle conversazioni con le altre persone.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento