Assicurazione casa, Urban Jungle raccoglie 2,5 milioni di sterline

insurtech, urban jungle, assicurazione casa

Assicurazione casa, Urban Jungle raccoglie 2,5 milioni di sterline.

Offrire agli affittuari britannici un’assicurazione casa semplice e innovativa. Questo l’obiettivo di Urban Jungle, realtà insurtech che da poco ha raccolto 2,5 milioni di sterline in un round di finanziamento sostenuto da un mix di nuovi e precedenti investitori tra cui Rob Devey, ex CEO di Prudential UK, e Simon Rogerson, CEO di Octopus Group. La gamma di prodotti inserita nell’offerta della startup va da una copertura per i gadget ad una di responsabilità. C’è spazio anche per una polizza “pay as you go” e una dedicata a chi condivide case e appartamenti.

“Stiamo sistemando l’assicurazione sulla casa, che ha un sacco di problemi su cui lavorare”, dichiara a Tech Crunch il co-fondatore di Urban Jungle, Jimmy Williams. “Di tutti i tipi di assicurazione personale, è ancora quella più acquistata e gestita offline, principalmente attraverso agenti immobiliari, banche e broker ipotecari. I prezzi sono alti, i termini sono complessi e ci sono costi per tutto”. Nella sua offerta l’insurtech britannica ha rimosso molte delle domande contenute in una polizza casa standard. Secondo Williams, ai clienti vengono infatti poste troppe domande su cose di cui non sono a conoscenza. Questo porta ad una disaffezione del clienti nei confronti dell’assicuratore e ad una diffidenza conclamata nel prodotto casa. “Gran parte di questo – continua Williams – è causato dall’incapacità degli assicuratori di utilizzare in modo appropriato nuove fonti di dati”. Dati che invece sono serviti ad Urban Jungle per mettere appunto un’offerta definita semplice da acquistare e da gestire e a cui ora fanno affidamento 15 mila clienti. Il futuro sembra roseo. La società ha fatto sapere che la base clienti sta crescendo di oltre il 30% al mese.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento