Assicurazioni, anche IVASS apre alla digitalizzazione

ivass assicurazioni firma digitale

Assicurazioni, anche IVASS apre alla digitalizzazione

Il futuro sarà sempre più paperless. Un passo in questa direzione è stato fatto dall’IVASS che ieri ha annunciato che dal prossimo 20 marzo imprese e Intermediari potranno inviare le istanze e le comunicazioni per l’aggiornamento del RUI in formato digitale.

La digitalizzazione ha risvolti nettamente positivi: dalla semplificazione della presentazione delle istanze al miglioramento e allo snellimento dei processi interni di gestione del Registro con ricadute positive sui costi e sui tempi delle istruttorie.

“E’ sufficiente scaricare il modello unico in formato PDF – scrive l’IVASS – compilarlo off-line, sottoscriverlo con firma digitale e allegarlo a un messaggio di posta elettronica certificata indirizzato alla casella pec dedicata istanze.rui@pec.ivass.it (un solo modello per ciascun messaggio)”.

“Le proprietà del modello unico PDF – continua la nota – consentono all’intermediario/impresa che presenta la richiesta di verificare, in corso di compilazione, la congruenza dei dati forniti, evitando errori, oggi purtroppo ancora frequenti, e omissioni di informazioni necessarie”.

Assicurazioni, IVASS: “Passaggio al digitale sarà graduale”

Il sistema non annullerà subito il vecchio sistema. “Per consentire un passaggio graduale al nuovo sistema – fa sapere IVASS – è previsto un periodo transitorio fino al 5 giugno 2017, in cui sarà  ancora possibile utilizzare il set di allegati cartacei. Da quella data il modello digitale sostituirà definitivamente il vecchio sistema”.

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

Laureato alla Cattolica di Milano in Linguaggi dei Media. Dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano nel 2012 approda a Termometro Politico e l’anno successivo a Smartweek. Nel mentre contribuisce alla realizzazione del magazine insurtech InsurZine. Dal 2016 è lavora presso l’ufficio stampa del Gruppo Galgano

Lascia un commento