Assicurazioni, la blockchain? Impatterà sul settore solo tra due o tre anni

blockchain

Secondo una ricerca effettuata da SMA (Strategy Meets Action) poco più della metà degli assicuratori del ramo danni/infortuni e solo il 20% degli assicuratori del ramo vita è a conoscenza della blockchain.

Nonostante la definizione di blockchain sia stata data nel 2008 dall’inventore Satoshi Nakamoto, (è questo lo pseudonimo dell’inventore della Bitcoin), questa tecnologia rimane ancora un mistero per il settore assicurativo.

Nemmeno un mese fa, un consorzio formato da cinque grandi compagnie di assicurazione ha lanciato un progetto pilota per mettere alla prova la blockchain e valutare se la suddetta tecnologia possa contribuire effettivamente a rendere il settore assicurativo più efficiente e trasparente. Non si sa però ancora quando saranno disponibili i risultati del progetto.

Ciò che rende la blockchain così interessante per il settore assicurativo è la sua poliedricità. Essa può essere utilizzata per abilitare assicurazioni peer to peer, micro assicurazioni, pagamenti digitali, contratti intelligenti e tutti gli scambi di dati sensibili. Tutte operazioni che si possono concludere normalmente certo. Ma blockchain rende queste transazioni più sicure, efficienti e veloci.

Sembrerebbe una tecnologia su cui puntare, eppure gli investimenti languono. Stando ai dati raccolti da SMA, solo un assicuratore danni/infortuni su otto sta investendo nella blockchain. Quota che scende al 3% se si prendono in esame gli assicuratori vita.

Come abbiamo già detto in precedenza sono partiti numerosi progetti pilota per studiare la tecnologia. Secondo SMA però,prima che la blockchain abbia un effettivo impatto sul settore assicurativo passeranno due o tre anni. Ancora troppi per un’industria che sta affrontando ora la rivoluzione digitale.

The following two tabs change content below.
Carlo Francesco Dettori
Classe 1964. Imprenditore e Broker con esperienza trentennale nel settore delle assicurazioni, dal 1998 è presidente di JMorgan Brokers, società di brokeraggio assicurativo. Ha iniziato a svolgere la professione come agente monomandatario alla Minerva Assicurazioni. E’ stato fondatore e presidente delle seguenti società: Minerva Insurance Brokers, Consorzio Triform per la formazione, Morgan & Ashley formazione e consulenza, Charles & Willis real estate investments, AGM Consulting Group Agenzia plurimandataria, Consorzio Sintesa. Nel 2000 cofonda la Display SPA, internet company che lancia il primo sito di shopping italiano costameno.it. La sua ultima idea imprenditoriale vede la luce nel 2013: si tratta di Insurance-Arena.COM®, il 1° Social Business Marketplace per intermediari assicurativi. Infine InsurZine.COM 1° magazine Insurtech italiano

Lascia un commento