Assicurazioni online: quasi 2 milioni di italiani hanno chiesto preventivi via web

assicurazioni online

Assicurazioni online: quasi 2 milioni di italiani hanno chiesto preventivi via web.

Cresce l’importanza dei canali digitali nella gestione della relazione con il cliente da parte delle compagnie assicurative. Sono 1,9 milioni gli italiani che a giugno 2017 hanno chiesto preventivi online. Internet si posiziona quindi come uno strumento strategico per intercettare gli oltre 9 milioni di prospect interessati a soddisfare bisogni di tutela del proprio tenore di vita e di quello della propria famiglia.

I dati emergono dall’Insurance Report di Nielsen, relativo al secondo trimestre 2017.

Gli italiani che hanno effettuato l’accesso ai siti delle compagnie e alle sezioni degli aggregatori dedicate a polizze sono 4,8 milioni, il 15% in più rispetto al pari periodo dell’anno precedente (elaborazione ad hoc su dati PC e Mobile dei panel meterizzati Nielsen). La crescita è ancora più rilevante considerando le performance negative del 2016.

“In un contesto competitivo sempre più articolato e complesso”, afferma Lorenzo Facchinotti, Analytics Consultant Manager – Marketing Effectiveness di Nielsen, “la capacità delle compagnie assicurative di intercettare la domanda passa attraverso la creazione di strategie che utilizzino internet per valorizzare l’offerta, permettendo ai clienti di proseguire il percorso di acquisto in un’ottica multicanale, secondo le proprie attitudini”.

Assicurazioni online, ecco perché gli italiani cercano polizze sul web

La convenienza economica – legata principalmente al rinnovo delle polizze auto e moto – si conferma la principale ragione che spinge gli italiani a visitare i siti della categoria. Il 40%, infatti, ha utilizzato internet per richiedere un preventivo e/o per cercare informazioni su dove trovare l’agenzia più vicina alla propria abitazione o posto di lavoro. Più nel dettaglio, il 27% ha visitato le pagine dedicate a queste funzioni di compagnie dirette, il 17% di comparatori e, infine, il 6% di compagnie tradizionali.

Poco meno di un quinto degli utenti attivi sui siti della categoria ha fruito di contenuti informativi legati alla protezione del tenore di vita individuale e della propria famiglia. L’interesse verso questa tipologia di prodotti è destinato a crescere. Nei prossimi mesi, oltre 6 milioni di italiani attivi in internet dichiarano di avere tra i loro bisogni quello di tutelare la propria abitazione, se stessi e i propri cari. I dati provengono da una survey su 1.500 individui rappresentativi della popolazione online, che accompagna l’analisi sui panel meterizzati Nielsen. Il loro numero raggiunge i 9 milioni se si considerano coloro che sono interessati a investire i propri risparmi per il futuro e/o a integrare la propria pensione.

Aumenta infine l’importanza del mobile a livello dei servizi post-vendita. Sempre a giugno, circa 500 mila persone – cinque volte in più rispetto al pari periodo del 2016 – hanno usato l’applicazione della loro compagnia per accedere alle proprie coperture assicurative e/o gestire i sinistri.

“Dal punto di vista del post-vendita”, contina Lorenzo Facchinotti, “le compagnie assicurative sono chiamate a fare uno sforzo per rendere le aree riservate maggiormente fruibili, più flessibili e interattive, soprattutto in relazione a prodotti complessi, come quelli d’investimento. In questo senso utili spunti possono venire da un confronto con le soluzioni implementate dalle banche o con le società di consulenza finanziaria che utilizzano internet come canale di acquisizione per fornire maggiore dettaglio informativo, fare cross-selling e gestire la relazione con la clientela sul canale”.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento