Assicurazioni, quali sono le professioni a rischio automatizzazione

assicurazioni-automatizzazione

Più un lavoro è meccanico e ripetitivo più è a rischio automatizzazione. Maggiore è il livello di specializzazione che un lavoro richiede meno possibilità ha questo lavoro di venir automatizzato. A dirlo è  un rapporto McKinsey che ha analizzato le conseguenze dell’automatizzazione del lavoro in diversi settori. Tra questi anche quello assicurativo.

Un settore che è già stato colpito dalla digital disruption con le assicurazioni online che con i loro form hanno di fatto ridotto la necessità di munirsi di sottoscrittori incaricati di rivedere ogni domanda presentata.

Come sottolinea la ricerca effettuata da McKinsey ad essere sostituito non è il lavoro bensì il “task” (il compito) che lo riguarda. Secondo lo studio, il 69% delle attività di elaborazione dati e il 64% delle attività di raccolta dati hanno un’alta probabilità di venir automatizzati nel breve periodo. E tutti sanno quanto le informazioni e i dati giochino un ruolo importante nel settore assicurativo.

Ma non tutto il comparto assicurativo rischia il posto. Stando ai dati raccolti da McKinsey, solo il 9% del personale incaricato nella gestione del personale e il 18% dei manager coinvolti nel processo decisionale hanno un’alta probabilità di venir sostituiti da processi di automazione.

“Alcune società hanno cominciato ad automatizzare molti processi attraverso i loro sistemi informatici – spiegano gli autori del rapporto – Ma sbagliamo a pensare che le persone interessate a questa automatizzazione siano impiegati con un basso salario: manager che hanno un reddito annuo superiore ai 200 mila dollari spendono circa il 31% del loro tempo a svolgere attività a rischio automatizzazione”.

“Le attività più difficili da automatizzare – conclude McKinsey – sono attività spesso caratterizzate da un lavoro creativo. Ad oggi i computer svolgono un ottimo lavoro per task ben precisi ma gli esseri umani sono ancora indispensabili per interpretare i risultati e fissare degli obiettivi”.

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento