Assicurazioni, le tecnologie SMAC per soddisfare i clienti dell’era post digitale

tecnologie smac

Assicurazioni, le tecnologie SMAC per soddisfare i clienti dell’era post digitale.

Prodotti e servizi assicurativi evolveranno e si adatteranno in base al comportamento e al contesto in cui è inserito il consumatore. E’ questa l’indicazione che arriva dal report 2019 di AccentureTechnology Vision for Insurance” secondo cui a giocare un ruolo fondamentale nel futuro delle assicurazioni saranno i “dati demografici digitali” dei clienti. Dati che le compagnie potranno estrarre da una vasta gamma di dispositivi connessi e social e che verranno utilizzati per fornire servizi iper personalizzati e on demand basati sulle esatte esigenze dei consumatori. Saranno questi dati la vera miniera d’oro delle assicurazioni.

L’84% degli assicuratori, che hanno partecipato al sondaggio sulla Technology Vision, è infatti convinto che i dati demografici digitali offriranno alle loro organizzazioni un nuovo modo per identificare nuove opportunità di mercato per le esigenze non soddisfatte dei clienti. Clienti con i quali gli assicuratori dovranno entrare in contatto più spesso delle classiche due volte l’anno (solitamente coincidenti con il rinnovo di una polizza annuale o semestrale). Come? Grazie all’uso delle tecnologie e all’inserimento in ecosistemi di servizi.

Secondo Accenture, già oggi, tre assicuratori su cinque utilizzano la tecnologia per creare prodotti e servizi per aumentare e migliorare i punti di contatto con i clienti. Ma per eccellere bisognerà sfruttare al meglio le tecnologie SMAC, acronimo che sta per Social, Mobile, Analytics e Cloud. La combinazione di queste tecnologie, spiega Accenture nel suo report, consentirà agli assicuratori di soddisfare le esigenze dei clienti dell’era post digitale.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento