Assicurazioni, Uber insieme ad Axa fornirà copertura a tutti i driver

assicurazioni, uber, insurtech

Assicurazioni, Uber insieme ad Axa fornirà copertura a tutti i driver.

Arrivano più tutele per i lavoratori della cosiddetta gig economy. Questa volta a beneficiarne saranno tutti i driver e i corrieri indipendenti di Uber in Europa (circa 150 mila). La società ha infatti annunciato un accordo con Axa che prevede la copertura per infortunio (da 750 a 1800 euro di massimale), malattia, congedo di maternità e paternità. Uber’s Partner Protection sarà finanziato da Uber senza alcun costo per tutti i conducenti e corrieri idonei e sarà attiva dal prossimo 1 giugno.

“Per essere idoneo alla copertura fuori servizio, l’autista deve aver effettuato almeno 150 corse nelle precedenti otto settimane; mentre il corriere Uber Eats deve aver completato almeno 30 consegne nelle precedenti otto settimane”, ricorda Uber.

“Uber non sarebbe quello che è senza guidatori e corrieri – ha affermato Dara Khosrowshahi, Ceo di Uber – Ci impegniamo a essere un partner migliore e questo inizia con l’essere un ascoltatore migliore. Ecco perché sono entusiasta di fornire questa protezione innovativa insieme a un assicuratore fidato come AXA, dando ai nostri conducenti e corrieri la tranquillità che ci dicono di volere, preservando al tempo stesso la flessibilità che apprezzano. Continueremo a garantire che le voci dei piloti e dei corrieri vengano ascoltate mentre portiamo avanti Uber insieme”.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento