Axa mette in cantina Fizzy, assicurazione viaggio basata su blockchain

insurtech, fizzy

Axa mette in cantina Fizzy, assicurazione viaggio basata su blockchain.

Axa chiude dopo appena un anno l’esperimento Fizzy, assicurazione viaggio basata su tecnologia blockchain. La soluzione permetteva ai clienti di ottenere un indennizzo in automatico in caso di ritardo del volo aereo. La copertura era caratterizzata dalla totale assenza di esclusioni assicurative: l’indennizzo infatti non dipendeva dalla motivazione del ritardo.

L’utilizzo della blockchain assicurava l’inviolabilità di dati e contratti e di conoscere in anteprima l’entità del rimborso oltre che riceverlo in maniera immediata e automatica. Patrick Cohen, Ceo di Axa Italia aveva salutato la nuova soluzione con queste parole: “Fizzy fa tutto da sola, è talmente semplice da utilizzare da non aver bisogno nemmeno di un touch per attivarsi. Questo per noi vuol dire diventare partner e aiutare le persone a vivere meglio”.

Probabilmente, la soluzione, come altre prima di lei, è arrivata prima del tempo. Axa ha motivato la chiusura sostenendo che, ad oggi, c’è ancora poco “appetito commerciale” per un prodotto assicurativo di consumo basato sulla blockchain. Inoltre, ha aggiunto Axa, i canali di distribuzione adatti per un prodotto come Fizzy non esistono ancora. La Compagnia ha però fatto sapere che continuerà a testare prodotti assicurativi parametrici.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento