Axa XL lancia Digital Risk Engineer soluzione intelligente per monitorare la condizione degli edifici

innovazione tecnologica, assicurazioni

Axa XL lancia Digital Risk Engineer soluzione intelligente per monitorare la condizione degli edifici.

Dopo aver concluso con successo la fase pilota, Axa XL è pronta ad accelerare il rilascio di Digital Risk Engineer, soluzione connessa progettata per consentire alle aziende di monitorare lo “stato di salute” dei propri edifici.

Disponibile a livello globale, Digital Risk Engineer utilizza dispositivi Internet of Things (IoT) installati negli edifici dei clienti per acquisire informazioni da sistemi connessi come energia, acqua (inclusi gli sprinkler), riscaldamento, ventilazione e aria condizionata.

Le informazioni vengono analizzate in tempo reale per rilevare anomalie nell’edificio, consentendo un intervento tempestivo per mitigare il verificarsi e la gravità di un incidente. La diagnosi precoce aiuta anche a garantire interruzioni minime quando sono necessarie manutenzione o riparazioni. I dati e gli approfondimenti sono accessibili al cliente e ai consulenti del rischio di Axa XL tramite un dashboard online. Oltre all’installazione del dispositivo e all’accesso al cruscotto, Axa XL offre ai clienti un “controllo dello stato di salute dell’edificio” dopo 90 giorni, utilizzando dati aggregati per fornire feedback, inclusi i commenti del team di consulenza sui rischi di Axa XL.

“Il Digital Risk Engineer combina decenni di esperienza nell’ingegneria del rischio immobiliare con alcune delle più recenti innovazioni IoT – ha dichiarato Jonathan Salter Head of Risk Consulting presso Axa XL – Questa offerta completamente digitale è particolarmente rilevante oggi poiché siamo alle prese, come società, con gli impatti di Covid-19 e con la probabilità che le aziende cercheranno di limitare le visite in loco di persona ove possibile”.

“Abbiamo visto che integrare la consulenza sul rischio con un monitoraggio autonomo continuo può fare davvero la differenza per i nostri clienti – ha aggiunto Hélène Stanway, Digital Leader presso Axa XL – L’uso della tecnologia può limitare il rischio che si verifichi un incidente e, laddove lo fa, limitarne la gravità. Inoltre, la diagnosi precoce può ridurre gli impatti associati all’interruzione dell’attività”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento