Big Data, Insurance Europe: “Daranno benefici ai clienti assicurativi”

big data, insurtech, ivass

Big Data, Insurance Europe: “Daranno benefici ai clienti assicurativi”.

No a nuove misure regolamentari sull’utilizzo dei big data nel settore assicurativo. Ad affermarlo in un briefing sul tema è Insurance Europe, federazione europea degli assicuratori e riassicuratori, secondo cui l’utilizzo dei big data da parte degli assicuratori può generare numerosi benefici ai consumatori. Un esempio sono le assicurazioni pay per use che consentono agli assicuratori di adattare i premi, con un conseguente risparmio per i conducenti. Per quanto riguarda la regolamentazione, Insurance Europe chiede alle istituzioni di evitare regolamentazioni anticipate che potrebbero “non solo ostacolare l’innovazione e compromettere l’efficacia del mercato assicurativo, ma anche diventare rapidamente inadatte a causa dei progressi tecnologici e degli sviluppi del mercato”.

Big data, Insurance Europe: “Usare regolamentazione esistente”

“Sebbene non esista una regolamentazione specifica sui big data, esistono già diverse norme UE pertinenti e applicabili al suo utilizzo nell’assicurazione, come le norme sulla privacy, la distribuzione assicurativa, la divulgazione, la vendita a distanza e la parità di trattamento. Pertanto – è scritto nel briefing – non è attualmente necessario adottare ulteriori misure regolamentari, poiché esiste già un insieme completo di norme che garantiscono l’uso responsabile dei Big Data nell’assicurazione”.

“I regolatori e le autorità di vigilanza – conclude Insurance Europe – dovrebbero invece garantire che le norme esistenti – che già forniscono un quadro per garantire l’uso responsabile dei big data – siano pienamente attuate e applicate a livello nazionale”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento