Blockchain, Lulay (GFT): “Il 2018 sarà l’anno della svolta”

blockchain, insurtech

Blockchain, Lulay (GFT): “Il 2018 sarà l’anno della svolta”.

La tecnologia Blockchain offre molto di più di ciò che l’attuale battage del bitcoin potrebbe comportare. “La Blockchain è maturata diventando una tecnologia chiave e quest’anno raggiungerà, nel settore finanziario, una svolta. Le applicazioni basate su Blockchain possono essere utilizzate per risolvere problemi che sono estremamente costosi e richiedono molto tempo,” spiega Marika Lulay, CEO di GFT Technologies SE (GFT). Per le banche, le assicurazioni e i provider di pagamenti digitali, la Blockchain fornisce quindi soluzioni che non erano possibili con le tecnologie tradizionali. Un esempio è l’anticipo fatture: qui si possono generare significative riduzioni di costo ed è possibile abbattere drasticamente il rischio di frodi.

Blockchain, l’incubatore di GFT

GFT ha creato nel 2015 a Londra, con il Progetto Jupiter, un incubatore Blockchain. Un framework architetturale chiamato “Jupiter Sandbox Architecture” è usato dall’ideazione fino alla fase di sviluppo. Sono già stati implementati prototipi in Germania, Italia, Spagna e Regno Unito in vari ambiti come crediti, transazioni di pagamento, operazioni transfrontaliere di compensazione e regolamento. Per esempio, un’applicazione sviluppata in tal senso – basata su Ethereum – è stata creata per la Royal Bank of Scotland. Un’attività flessibile di prototipizzazione svolta nell’incubatore GFT e nei Digital Innovation Labs consente agli sviluppatori di scartare rapidamente approcci non promettenti e di investire solo in efficaci design. L’obiettivo di GFT è quello di aiutare i clienti a capire le numerose possibilità che derivano dalla Blockchain e a definire un proprio e personalizzato modello di business che possa essere sostenibile.

I possibili utilizzi della Distributed Ledger Technology (DLT)

Insieme ai suoi partner in Italia, GFT sta supportando la creazione in Europa di una piattaforma trasversale su rete Blockchain-DLT, sicura e interoperabile. Ci sono tre aree di applicazione principale: la riduzione del rischio di frode nella fatturazione (settore finanziario), la certificazione dei prodotti e la classificazione di qualità (settore farmaceutico), i rimborsi in tempo reale (settore trasporti). Per lo scenario della liquidazione fatture, GFT ha sviluppato un Proof-of-Concept (POC) che ha simulato, su rete Blockchain-DLT, il processo dell’anticipo fatture – basato sulla tecnologia Corda del Consorzio R3.

Il pilota andrà in produzione fra poche settimane. Se un’azienda chiede a una banca un prestito pari alla fattura effettivamente generata dalla società, quest‘attività comporta diversi rischi ed è estremamente vulnerabile alle frodi. Ad esempio, la stessa fattura potrebbe essere fornita a diverse banche quale garanzia. La DLT aiuta a mitigare questo rischio integrando tutte le fatture in un unico libro mastro sicuro e accessibile da tutte le banche. Il libro mastro distribuito può essere interrogato in qualsiasi momento. A seconda delle informazioni provenienti dalla DLT, la banca deciderà quindi di concedere il prestito – o meno. “Questo riduce drasticamente i rischi di credito riferiti ad attività sottostanti”, afferma Lulay.

Sono numerosi i processi coinvolti nel trasferimento internazionale di denaro, nelle transazioni commerciali, nella negoziazione di valori mobiliari e nelle attività finanziarie, gestiti ancora manualmente. Ciò richiede tempo e denaro. “La Blockchain ci consente di automatizzare e semplificare questi processi, rendendoli quindi più efficienti”, afferma Lulay. Utilizzando contratti intelligenti, ad esempio, le banche potrebbero ottimizzare gli attuali processi manuali, per il regolamento delle transazioni di titoli quali azioni e obbligazioni.

La GFT Coin: l’iniziativa per promuovere la consapevolezza del valore in GFT

Per promuovere la DLT, Blockchain e criptovalute tra le risorse di GFT, è stata avviata come progetto pilota nel Regno Unito all’inizio del 2018, la GFT Coin. L’iniziativa è attualmente in fase di lancio in tutto il Gruppo. I dipendenti ricevono delle monete ogni mese e possono “ricompensare” i loro colleghi dando “una mano”, per esempio, o assumendo compiti aggiuntivi al di fuori della loro principale area di lavoro. Il motivo della ricompensa è specificato nella transazione. In questo modo, ad esempio, possono essere gratificati sia per la scrittura di un articolo specialistico sia per quella di post sul blog. Anche se le monete non hanno valore (per ora), sono un modo ideale per promuovere all’interno dell’azienda, lo spirito di squadra e una sana cultura del feedback.

“Sin dall’inizio abbiamo sperimentato varie idee applicative. È bello vedere come questo anticipato impegno per la tecnologia stia dando i suoi frutti. La nostra missione è sempre quella di ripensare radicalmente i processi esistenti nel settore dei servizi finanziari e posizionare con decisione GFT quale principale System Integrator per applicazioni basate su tecnologie Blockchain e DL”, conclude Lulay.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento