Car sharing, ecco la prima Black Box applicata a un device elettrico

car sharing

Car sharing, ecco la prima Black Box applicata a un device elettrico.

Una scatola nera per Share’n Go. A fornirgliela ci ha pensato Kubris, il centro di innovazione di Kirey Group. La black box consentirà al servizio di car sharing elettrico a flusso libero di assistere i propri conducenti durante la guida in tempo reale, in modo da poter intervenire in caso di incidente e premiare i comportamenti maggiormente virtuosi.

Car sharing, il progetto pilota avviato da Kubris

Avviato nel mese di giugno, il progetto pilota ha visto l’installazione su 100 auto elettriche di Share’n Go di una scatola nera Kubris che consente la raccolta, l’analisi e la determinazione dei cluster in tempo reale relativi ai comportamenti di guida. Gli algoritmi permettono infatti di filtrare e interpretare i dati eliminando eventuali falsi allarmi e segnalando così in modo tempestivo alla centrale operativa di Share’n Go un’eventuale incidente.

Kubris ha avviato un’attività di simulazione presso il centro di sperimentazione di Generali Jeniot a Pero (Milano), con prove di impatto (Crash Test) sui veicoli di Share’n Go condotte secondo i protocolli definiti da RCAR (Research Council of Automobile Repairs) e terminate nel mese di settembre. I crash test hanno consentito di determinare le diverse curve di risposta dei veicoli in caso di incidenti frontali, anteriori e posteriori. Kubris ha quindi comparato i dati ottenuti tramite la strumentazione professionale con quelli relativi ai comportamenti estratti tramite le scatole nere poste sui veicoli, ottenendo così un’analisi completa e affidabile.

La possibilità di tracciare le accelerazioni, decelerazioni brusche e altri aspetti, che influenzano profondamente l’esperienza di guida con un veicolo elettrico, consentirà a Share’n Go di avere una visione e comprensione migliore di quale sia l’autonomia delle batterie del veicolo rispetto al diverso stile di guida per ottimizzare l’esperienza d’uso da parte di chi lo noleggia. Il progetto avviato da Kubris contribuirà, inoltre, ad arricchire il patrimonio informativo di Share’n Go per migliorare ulteriormente il servizio ai clienti.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento