Car sharing in aumento: un’opportunità per il settore assicurativo

insurtech, car sharing, sharing mobility

Car sharing in aumento: un’opportunità per il settore assicurativo.

Le restrizioni anti contagio e l’aumento dello smart working in tutto il mondo hanno limitato la necessità di possedere veicoli di proprietà il che indurrà i consumatori a prendere in considerazione l’utilizzo di servizi di car sharing per soddisfare le esigenze di trasporto. Ciò avrà delle implicazioni anche per il settore assicurativo che dovrà farsi trovare pronto per rispondere alle nuove domande di copertura dei clienti. A sostenerlo è GlobalData, società di analisi dei dati, secondo cui le compagnie dovranno man mano spostare la loro offerta dalle tradizionali assicurazioni auto a polizze a breve termine per i conducenti che utilizzano i servizi di sharing. Un trend che ha già preso piede negli ultimi mesi. Negli Stati Uniti la società di trasporti Lyft ha siglato recentemente delle partnership con le compagnie AllState e Liberty Mutual per assicurare i conducenti. L’insurtech inglese Zego è nata proprio con questo obiettivo. Secondo Yasha Kuruvilla, analista assicurativo di GlobalData, “questo cambiamento di comportamento si concentrerà nelle città, dove le persone possono svolgere le loro attività quotidiane senza l’uso di un’auto e ne avranno bisogno solo occasionalmente”. “Tuttavia, i programmi di car-sharing avranno ostacoli da superare – aggiunge Kuruvilla – I clienti devono essere sicuri che le auto siano adeguatamente pulite e igienizzate dopo ogni utilizzo. E con la comunità globale ora più consapevole dei rischi per la salute, i proprietari di veicoli potrebbero dover affrontare un aumento dei premi poiché gli assicuratori cercheranno di proteggersi dalle richieste di risarcimento in caso di malattia durante l’utilizzo del servizio”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento