Coronavirus, Mansutti lancia due coperture per supportare le imprese

mobilità, insurtech, mansutti

Coronavirus, Mansutti lancia due coperture per supportare le imprese.

Mansutti ha annunciato due nuove coperture per supportare le aziende e tutelare i dipendenti che contraggono il coronavirus.  Nello specifico, tali coperture prevedono: indennità ricovero, indennità convalescenza, indennità quarantena e assistenza medica.

La prima è la Copertura Pandemic:  non prevede franchigie e copre anche la quarantena per aziende con un minimo di 10 dipendenti. Viene erogata un’indennità forfettaria di 350 euro una tantum nel caso di risultato positivo degli accertamenti relativi alla presenza delle sindromi influenzali di natura pandemica che comporti quarantena obbligatoria imposta dall’autorità sanitaria competente. La copertura indennitaria da ricovero va dai 30 ai 50 euro al giorno senza franchigia con un numero massimo di 30 giorni, mentre l’indennità da convalescenza post terapia intensiva va dai 1.500 ai 2.500 euro una tantum alle dimissioni. La copertura Pandemic prevede un servizio di consulenza medica telefonica di alta specializzazione su tutte le tematiche legate alla prevenzione, alla diffusione, al contrasto, alla cura e al trattamento delle sindromi influenzali pandemiche.

L’altra copertura messa in campo è la Copertura Cassa che prevede una diaria da ricovero di 100 euro al giorno per un massimo di 10 giorni a partire dall’8°giorno e per ogni successivo giorno di ricovero conseguente ad infezione da COVID-19. A questa si aggiunge l’assistenza post-ricovero che tra i servizi comprende: l’invio del medico generico, il trasporto in autoambulanza e quello dal pronto soccorso al domicilio, il trasferimento e rientro dall’istituto di cura specialistico, l’invio di una collaboratrice familiare, l’invio di una babysitter a domicilio, la consegna della spesa a domicilio e un servizio di pet sitter in caso di possesso di animali domestici. L’indennità da convalescenza prevede una cifra pari a 3000 euro che viene corrisposta al momento della dimissione dall’istituto di cura a seguito di ricovero in terapia intensiva causato dall’ infezione del virus. La tipologia di dipendenti che va ad interessare tale copertura include anche eventuali appartenenti a CDA, soci, collaboratori, ed ogni altra fattispecie che preveda un rapporto lavorativo identificabile con l’azienda aderente.  La copertura Cassa, inoltre, donerà 1 euro per ogni dipendente ad un ente ospedaliero.

Mansutti ha affermato che da questa nuova operazione non ricaverà alcun guadagno dalle provvigioni.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento