Crédit Agricole inaugura hub di innovazione: ci sarà spazio anche per le startup insurtech

startup insurtech, credite agricole, assicurazioni

Crédit Agricole inaugura hub di innovazione: ci sarà spazio anche per le startup insurtech.

E’ stato inaugurato ieri il primo hub dell’innovazione italiano di Crédit Agricole, le Village, uno spazio multifunzionale di 2700 mq a Milano per 22 startup, 16 partner, 22 abilitatori, e con più di 100 eventi organizzati e più 6000 persone transitate nei primi mesi del 2019.

All’inaugurazione erano presenti, oltre al responsabile del Gruppo Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli e al sindaco de Le Village Gabriella Scapicchio, il sindaco di Milano Giuseppe Sala e l’assessore alle politiche del lavoro, attività produttive, commercio e risorse umane del Comune di Milano Cristina Tajani.

Obiettivo dell’hub è selezionare, sostenere e promuovere startup che operano principalmente ma non esclusivamente, in sette diversi ambiti definiti le “7F”: 3 legate alle eccellenze italiane del territorio (Food, Fashion, Furniture), 3 a settori inerenti al Gruppo CA (Fintech/Insurtech, Future Mobility, France) e, ultimo, il settore Farmaceutico.

Nei primi sei mesi di attività la sede milanese ha visto quasi quadruplicare la presenza delle startup residenti (da 6 a 22) e quasi raddoppiare (da 9 a 16) quella dei partner che, insieme gli abilitatori, danno vita a un vero e proprio ecosistema in cui le singole parti contribuiscono allo sviluppo del Village dando vita a un’economia circolare che trova la sua definizione nel concetto “Collaborare per innovare”.

“L’obiettivo – spiega Gabriella Scapicchio, sindaco di Le Village by Crédit Agricole a Milano – è quello di ospitare e sostenere circa 50 startup entro la fine del 2019 e quindi promuovere l’innovazione territoriale, favorendo la connessione tra eccellenze. Le giovani aziende possono candidarsi spontaneamente sul nostro sito o partecipare alle call for startup che periodicamente proponiamo nei diversi ambiti, le nostre 7 F”.

Grazie a questo modello, fedele al concept francese ma adattato alla realtà territoriale italiana, le startup ospitate dal Village milanese potranno avvalersi di una gamma completa di servizi: mentoring, programmi di formazione, coaching, incontri di matching con investitori e aziende corporate, supporto al fundraising e all’internazionalizzazione.

“Tutte le nostre startup – spiega Gabriella Scapicchio – hanno la possibilità, di far leva sui Village in Francia e sul network internazionale di Crédit Agricole, per crescere anche all’estero. Ancora, hanno la possibilità di partecipare a importanti eventi di respiro internazionale, come ad esempio il Vivatech di Parigi e il CES di Las Vegas”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento