Cyber insurance, i miti da sfatare

Assicurazione cyber, cyber insurance

Cyber insurance, i miti da sfatare.

Aumenta la fiducia delle imprese nelle coperture cyber. A sostenerlo è un’indagine globale realizzata da Marsh insieme a Microsoft sulla percezione del rischio cyber nel 2019 e intitolata “Cyber ​​Insurance supporta la lotta contro il ransomware“. Secondo lo studio, quasi la metà degli intervistati afferma di aver stipulato un’assicurazione informatica contro il 34% del 2017. Tuttavia, tra chi ancora si mostra diffidente verso questo tipo di copertura permangono ancora dei dubbi.

Il primo risponde alla classica domanda: ma l’assicurazione cyber alla fine paga le richieste di risarcimento? A rassicurare le imprese ci pensa Matthew McCabe, consulente generale per la cyber policy presso Marsh: “La cyber insurance ha subito un’evoluzione man mano che le minace sono cresciute. Il settore assicurativo ha risposto espandendo la copertura per adattarsi ai nuovi tipi di conseguenze che le aziende potrebbero subire. Non c’è niente di più falso e frustrante che vedere articoli pubblicati con domande del tipo, la cyber insurance paga le richieste? Certo che lo fa”.

Altro dubbio che assilla chi non ha ancora un’assicurazione contro gli attacchi informatici è il seguente: avere una copertura cyber non incentiva gli hacker a colpire le imprese? Anche qui McCabe prova a sgombrare il campo dagli equivoci: “Una volta che si verifica un attacco informatico o una cyber estorsione, la vittima deve decidere quale sia la migliore linea d’azione. Molte piccole e medie imprese potrebbero non avere la capacità interna di rispondere a questo attacco. Attraverso l’assicurazione, invece, possono accedere a società forensi, che potrebbero avere familiarità con il malware di cui sono state vittime e dare supporto all’azienda per affrontare l’incidente”. In più non va trascurato il danno economico dovuto all’interruzione delle operazioni in un’azienda. “La copertura cyber – conclude McCabe – garantisce il trasferimento del rischio finanziario che impedisce alle spese di accumularsi e svuotare le tasche di un’azienda”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento