Cyberbullismo, wakam lancia in Francia polizza dedicata

Cyberbullismo

Cyberbullismo, wakam lancia in Francia polizza dedicata.

Il cyberbullismo è una piaga sociale che colpisce i giovanissimi ad ogni latitudine. Anche in Francia. Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos per l’associazione Marion la main tendue, quattro francesi su dieci sono stati vittime di violenze in ambito scolastico in modo continuativo. Per sostenere le vittime, l’associazione ha lanciato Kolibri, un nuovo prodotto assicurativo contro il rischio di bullismo e cyberstalking, sviluppato in collaborazione con l’assicuratore digitale Wakam.

I dettagli del prodotto

Al costo di 18 euro all’anno per bambino, l’assicurazione fornisce supporto telefonico alle famiglie di vittime di cyberbullismo. Kolibri include anche una garanzia di protezione legale (fino a 1.000 euro di spese legali) e uno scudo di e-reputation, che consente di ripulire le tracce di molestie sui social network (fino a 1.000 euro di spesa). Le vittime di molestie beneficiano anche di un supporto terapeutico dedicato (supporto per 10 sedute di psicologo e nutrizionista, fino a 60 euro a seduta). Infine, Kolibri offre una componente di sostegno alla scuola (fino a 1.800 euro di lezioni a domicilio per i bambini vittime della fobia scolastica).

Per la gestione dei sinistri, Wakam collabora con la società Legalall specializzata in protezione legale. Per poter attivare l’assicurazione, Wakam chiede che una terza parte fidata venga a certificare le molestie. Basta una denuncia, una lettera di uno psicologo o di un medico. La polizza verrà distribuita alle scuole private da Dcb, broker partner di Wakam, sotto forma di contratto collettivo, a beneficio di tutti gli alunni dell’istituto. L’assicurazione può essere stipulata anche individualmente dalle famiglie tramite il sito kolibri-assurances.com. L’obiettivo dell’associazione e di Wakam è raggiungere tra i 50.000 ei 100.000 beneficiari in 18 mesi. Per il momento il prodotto è venduto singolarmente, ma un domani Wakam non esclude la possibilità di includere la polizza in altre tipologie di copertura come l’assicurazione scuola o casa.

“Abbiamo deciso di vendere questa assicurazione a prezzo di costo. Per ogni prodotto venduto, doneremo 1,5 euro all’associazione per finanziare strutture per bambini vittime di molestie” spiega Denis Thaeder, Chief Mission Officer di Wakam che aggiunge “vogliamo che i prodotti solidali rappresentino tra l’1 e il 3% del nostro fatturato entro tre anni”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento