Studio Deutsche Bank: nel 2018 investimenti in insurtech cresciuti del 60%

analisi investimenti insurtech

Studio Deutsche Bank: nel 2018 investimenti in insurtech cresciuti del 60%.

Tra il 2017 e il 2018 gli investimenti in insurtech sono aumentati di oltre il 60%. A sostenerlo è un report elaborato da Deutsche Bank secondo cui nei primi tre trimestri del 2018 gli investimenti in insurtech ammontavano a 2,6 miliardi di dollari, rispetto agli 1,6 miliardi investiti nello stesso periodo dell’anno precedente. Facendo una rapida somma matematica si è trattato di un investimento medio di 14 milioni di dollari per affare su un totale di 184 accordi negoziati nel 2018, in crescita rispetto ai 10 milioni per accordo su 152 conclusi nello stesso periodo del 2017.

Insurtech, Lemonade mette nel mirino l’Europa

Il terzo trimestre del 2018 è stato il più proficuo sotto l’aspetto economico. In quel periodo sono stati investiti 1,26 miliardi di dollari, di cui 375 milioni sono andati all’azienda americana attiva nel settore assicurativo sanitario, Oscar Health. Secondo gli analisti di Deutsche Bank, lo sviluppo più importante della seconda metà dell’anno è stato l’annuncio di Lemonade di voler sbarcare in Europa. Nel dicembre del 2017, l’insurtech con sede a New York ha raccolto un finanziamento di 120 milioni di dollari guidato dal fondo SuperVision di Softbank. Allianz e Axa tramite XL Ventures detengono partecipazioni segrete nella società, mentre Munich Re e altri top riassicuratori sono rappresentati nel panel di riassicurazione. Secondo Deutsche Bank, Lemonade punterà su Regno Unito, Germania e Francia, paesi in cui sono presenti alcuni dei suoi maggiori investitori.

Insurtech, i big del tech pronti ad entrare nel mercato assicurativo

Gli analisti della banca tedesca hanno infine sottolineato il peso sempre più importante che Amazon e Google stanno acquisendo all’interno del settore assicurativo. Nel corso del 2018, Google ha acquistato una quota di minoranza in Applied Systems, società di software assicurativo basata su cloud, mentre il fondo di venture capital di Alphabet, CapitalG, ha annunciato l’intenzione di investire ulteriormente nel settore. Dall’altra parte Amazon sta pensando di realizzare un comparatore di prezzi nel Regno Unito. Negli Stati Uniti, il colosso dell’e-commerce sta già collaborando con la compagnia Travelers per offrire kit per la casa intelligente, preventivi assicurativi e gestione del rischio, mentre il suo braccio spagnolo ha recentemente firmato un accordo con Mapfre. Mapfre offrirà i suoi prodotti assicurativi attraverso il sito web spagnolo di Amazon tramite un negozio brandizzato. L’accordo tra la compagnia spagnola e Amazon potrebbe essere il primo di una lunga lista. Axa e Allianz osservano interessati.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento