Dia Prime Time: il racconto dell’ultima giornata

dia prime time, ultima giornata

Dia Prime Time: il racconto dell’ultima giornata.

L’ultima giornata del Dia Prime Time, evento online organizzato da The Dia Community, è iniziata con l’intervento di David Bishop, European Insurance Manager of Capabilities, McKinsey & Company: “La pandemia globale ha avuto un impatto enorme sull’innovazione. Gli assicuratori hanno lavorato per offrire molti servizi per aiutare e stare vicino ai consumatori. Le compagnie si sono dimostrate flessibili, fornendo ad esempio rimborsi dei premi per i consumatori che non avevano utilizzato la macchina nei mesi di lockdown”

Dopo Bishop si sono susseguiti diversi interventi. Il primo è stato quello a cura di Richard Moon, Head of Open Innovation Division presso Hanwha Life: “Forniamo servizi di lifestyle. Alcune delle compagnie con cui collaboriamo per fornire un’esperienza migliore sono Carrot e Pine per quello che concerne la salute, Hello per il lifestyle”. Dopo è stata la volta di Russell Corbould Warren, Head of Insurance Emea presso Uber, che ha sottolineato l’importanza di “dare spazio agli innovatori e ai collaboratori, sia che siano persone interne all’azienda o esterne. Bisogna valorizzare i talenti”. Inge Cootjans Director Firemark Labs, IAG (Insurance Australia Group) ha invece presentato al pubblico l’incubatore della compagnia denominato Firemark. “Si tratta di una piattaforma che ci permette di guardare oltre l’assicurazione, sbloccando altre opportunità. La piattaforma serve per creare nuove innovazioni non per forza in campo assicurativo. Lo facciamo sfruttando intelligenza artificiale, machine learning e data analytics. Lo scopo è guardare ai bisogni del consumatore in maniera realistica a 360°”. Sean Ringsted, Chief Digital Officer e Chief Risk Officer di Chubb ha spiegato la mission dell’azienda: “La nostra mission è rispettare le aspettative del cliente mentre il più grande obiettivo di ogni assicuratore è l’analisi del rischio. A mio avviso l’ecosistema digitale ridisegnerà tutte le industry”.

Finiti gli interventi si è svolta una roundtable dal titolo “la cooperazione come motore per lo sviluppo”. Ad aprire i lavori è stato Harald Rosenberger membro del board di Nürnberger: “C’è stata una grande cooperazione globale tra le assicurazioni negli ultimi 4 anni”. Atsushi Izu di Dai-Ichi Life: “Siamo attivi in 8 paesi e abbiamo all’attivo collaborazioni con startup giapponesi e israeliane”. Christopher Meyer-Mölleringhof, Head of Innovation presso LV 1871 ha parlato della collaborazione con Instahelp: “Forniamo aiuto psicologico alle persone. La collaborazione si basa sull’importanza della prevenzione, per cui ha una grande importanza”. Benny Bennet Jürgens, Ceo e co-founder di Nect ha chiuso la tavola rotonda sottolineando l’importanza del networking per realizzare qualcosa di nuovo.

Iván de la Sota, Chief Business Transformation Officer presso Allianz ha parlato del progetto Allianz Customer Model lanciato dalla compagnia nel 2018: “L’Allianz Customer Model (ACM) è nato da una consapevolezza: la complessità dei nostri modelli assicurativi rischiava di generare inefficienza e insoddisfazione dei clienti. Quindi abbiamo cambiato approccio. Semplificazione e armonizzazione sono i due pilastri della nostra trasformazione che ruota attorno a 4 moduli: prodotti, operazioni, gestione dei sinistri e distribuzione. A livello distributivo, abbiamo cercato di stabilire una base comune in modo che possa poi essere condivisa e adattata dai reparti commerciali delle varie filiali del gruppo. Questo modello target affronta tutti i temi della distribuzione, dalla generazione dei flussi alla gestione delle performance commerciali, includendo ad esempio il reclutamento e la formazione delle forze di vendita o anche la copertura geografica”.

L’ultima giornata si è conclusa con la consegna virtuale dei Dia Awards. Tra i premiati c’è anche l’italiana Yolo. Gli altri vincitori sono SLVRCLD (aiuta gli assicuratori a quantificare e liquidare i sinistri non auto nel modo più rapido ed efficiente possibile), Anlan, Tensorflight (utilizza immagini geospaziali per fornire dati dettagliati sugli immobili), WeGroup (aiuta gli intermediari a stabilire un rapporto migliore con i clienti digitali attraverso l’uso di un assistente virtuale). Pathmate Technology (soluzione digitale che sostiene le persone affette da malattie croniche), Meeting Doctors (servizio di telemedicia B2C), Lings (fornisce polizze on demand) Dbrain (fornisce una soluzione full-stack per l’estrazione dei dati dei documenti unendo l’intelligenza artificiale), Joltee (assicurazione per veicoli elettrici) Wedevia (comparatore online)

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento