Digitalizzazione e rischio climatico: una nuova sfida per le Assicurazioni

rischio climatico

Digitalizzazione e rischio climatico: una nuova sfida per le Assicurazioni.

Quale potenziale valore aggiunto possono dare nuove tecnologie e big data ai fini dell’analisi predittiva dei rischi climatici e nel post vendita? A questa domanda ha provato a rispondere la prima parte del workshop  “Business Insurance Insurtech” organizzato dal Gruppo Lercari e dal Centro Epson Meteo – Expert Meteo tenutosi a Milano il 25 ottobre e a cui hanno partecipato operatori del rischio e della comunità scientifica.

Assicurazioni e rischio climatico

L’evoluzione tecnologica applicata alle metodologie previsionali a medio e lungo termine hanno messo a disposizione degli operatori del  rischio strumenti inimmaginabili sino a qualche tempo fa. La crescente affidabilità  e credibilità delle previsioni ha consentito di disporre e sviluppare nuovi parametri finalizzati alla gestione del rischio per l’allungamento della catena del valore per gli operatori del settore. E ciò non solo per quanto riguarda i tradizionali rischi agricoli o property derivanti da fenomeni climatici estremi ma anche in funzione post vendita al fine della migliore  gestione di eventuali eventi dannosi con un margine di approssimazione ridottissimo e in qualsiasi parte del pianeta. La disponibilità e l’elaborazione storica di banche dati climatici accumulati negli anni può quindi divenire un plus  utilizzabile per una sempre più vasta gamma di servizi pre e post vendita ad elevato valore aggiunto per il comparto assicurativo.

Andrea Giuliacci, Meteorologo Centro Epson Meteo – Expert Meteo – Meteo.it, ha  evidenziato come oggi il mondo delle assicurazioni si stia avvicinando al mondo della meteorologia e del clima. “Secondo la scienza – afferma Giuliacci – i punti fondamentali da affrontare subito per essere più preparati in futuro nel campo della gestione del rischio sono la pericolosità idrogeologica del territorio, la valutazione degli effetti legati al cambiamento climatico e il ruolo delle nuove tecnologie”.

La meteorologa Giacomin: “Assicurazioni possono giocare ruolo importante nella riduzione del rischio climatico”

Serena Giacomin, Meteorologa e Climatologa Expert Meteo -Centro Epson Meteo, ha rimarcato la necessità di adeguarsi alle nuove realtà determinate dagli effetti del cambiamento climatico. “La strada per contenere il riscaldamento globale al di sotto della soglia di 1,5°C è difficile, ma possibile – spiega la Giacomin – con grandi benefici potenziali per la società, le economie e ovviamente l’ambiente. Ma occorre essere decisi da subito nell’applicare misure efficaci per la riduzione dei consumi di energia, per ridurre il consumo di ri-sorse, appoggiando che fermezza tutte le pratiche di sviluppo sostenibile. Il settore assicurativo può avere un ruolo decisivo nella riduzione del rischio, nelle pratiche di prevenzione e nello sviluppo di una maggior consapevolezza di ciascun cittadino”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento