EIOPA pronta a collaborare con le ANC e le insurtech: ecco come

eiopa, insurtech

EIOPA pronta a collaborare con le ANC e le insurtech: ecco come.

Il mercato insurtech nell’Unione Europa è ancora in una fase iniziale di sviluppo ma piano piano si sta evolvendo. A dirlo è EIOPA, l’autorità europa delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali, nel rapporto “Migliori pratiche in materia di licenze, assicurazione peer-to-peer e principio di proporzionalità in un contesto di insurtech“. All’interno della relazione, EIOPA presenta una mappatura degli attuali approcci di autorizzazione e concessione delle licenze all’innovazione finanziaria, compresa una valutazione del modo in cui il principio di proporzionalità viene applicato nella pratica. Il rapporto include anche un’analisi dell’approccio alle startup insurtech che operano come assicuratori peer-to-peer (P2P).

I rapporti tra ANC e insurtech

Nello studio vengono sottolineate le pratiche migliori adottate dalle autorità nazionali competenti (ANC) per sostenere un approccio più sistematico ai requisiti di licenza di insurtech e per garantire attraverso un’applicazione comune del principio di proporzionalità pratiche di vigilanza coerenti ed efficaci in tutta Europa. Secondo la relazione di EIOPA, la maggior parte delle ANC ha un’esperienza limitata con le società insurtech o non differenziano i modelli di business “digitali” da altri. Nonostante ciò, 24 autorità nazionali garanti della concorrenza hanno implementato facilitatori dell’innovazione, il che implica che la maggior parte delle ANC sono ben consapevoli dell’importanza delle tecnologie innovative e dei nuovi operatori del mercato e della necessità di comprendere i rischi e i benefici associati. Stando alla relazione,
in questa fase non sembra comunque esserci alcuna necessità di ulteriori misure normative in materia di licenze.

Tuttavia, avverte EIOPA nel suo rapporto, le autorità nazionali garanti della concorrenza dovrebbero adattare i loro processi interni e il loro knowhow per riflettere sull’impatto delle trasformazioni digitali ed evitare pratiche di vigilanza divergenti che tengano conto della natura transfrontaliera e intersettoriale di alcuni sviluppi di insurtech.

L’ascesa di nuovi modelli di business basati sulla tecnologia (ad es. P2P), e l’uso di nuove tecnologie (ad es. Intelligenza artificiale (AI) e Distributed Ledger Technology (DLT)) richiede un attento monitoraggio degli sviluppi. Secondo il rapporto, per preparare i potenziali rischi associati, le autorità nazionali competenti dovrebbero migliorare ulteriormente la cooperazione e lo scambio di esperienze tra loro e con l’EIOPA.

EIOPA: “Ecco come vogliamo collaborare con ANC e insurtech”

A tal fine, EIOPA fa sapere che è pronta a collaborare con le ANC e le aziende insurtech per: esplorare le opzioni per sviluppare una rete di facilitatori dell’innovazione a beneficio delle imprese di ANC e InsurTech; valutare quali dati relativi a insurtech potrebbero dover essere raccolti sistematicamente per supportare le ANC e il lavoro EIOPA sul settore; guidare il lavoro sulla comprensione di nuove tecnologie e diversi modelli di business tra cui l’impatto di insurtech sui modelli di business tradizionali sulle compagnie di assicurazione; monitorare l’outsourcing e gli sviluppi delle licenze delle aziende insurtech e infine analizzare la crescita potenziale del mercato assicurativo P2P.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento