Finanza digitale, Insurance Europe commenta la strategia UE

Insurance Europe, finanza digitale

Finanza digitale, Insurance Europe commenta la strategia UE.

“Le istituzioni Ue devono garantire un quadro normativo appropriato che consenta l’innovazione e consenta ai consumatori, alle aziende affermate e ai nuovi operatori del mercato di beneficiare delle opportunità che la digitalizzazione può offrire”. A dirlo in una nota è Michaela Koller, direttore generale di Insurance Europe, commentando la Strategia UE per la finanza digitale presentata ieri dalla Commissione Europea.

“Mentre i consumatori adottano soluzioni digitali nuove e innovative, il settore assicurativo continua a sforzarsi di soddisfare le proprie aspettative e ad utilizzare nuove tecnologie per servire meglio i propri clienti. La pandemia Covid-19 ha ulteriormente enfatizzato la necessità di capacità digitali forti e innovative nel settore finanziario. Tuttavia, spetta alle istituzioni dell’UE garantire che sia in atto un quadro normativo appropriato che consenta l’innovazione e consenta ai consumatori, alle aziende affermate e ai nuovi operatori del mercato di beneficiare delle opportunità che la digitalizzazione può offrire. Ciò significa rimuovere le barriere normative che frenano l’innovazione, facilitare un settore finanziario basato sui dati e sostenere una maggiore diffusione delle nuove tecnologie.

“La strategia di finanza digitale della Commissione per l’UE rappresenta un passo importante in questa direzione, cercando di sostenere la trasformazione e l’innovazione digitali e per consentire ai consumatori e alle imprese europee di godere dei vantaggi e delle opportunità dei servizi finanziari digitali” continua Koller.

“A tal fine, i consumatori assicurativi devono godere dello stesso livello di protezione indipendentemente da chi possa essere il loro fornitore. Il settore assicurativo accoglie quindi con favore il riconoscimento da parte della Commissione della necessità di garantire che il quadro giuridico dell’UE continui a salvaguardare la stabilità finanziaria e proteggere i clienti attraverso la stessa attività, lo stesso rischio, le stesse regole. Ciò contribuirà a mantenere condizioni di parità tra le istituzioni finanziarie esistenti e i nuovi partecipanti al mercato, come le società tecnologiche che offrono servizi finanziari. Il settore assicurativo accoglie inoltre con favore il riconoscimento della necessità di garantire che il quadro giuridico dell’UE sia a prova di futuro e tecnologicamente neutro, per garantire che l’innovazione degli assicuratori a beneficio dei loro clienti sia massimizzata e non ostacolata inutilmente.

“Anche la promozione di un settore finanziario basato sui dati sarà fondamentale per promuovere l’innovazione e la concorrenza. Una maggiore disponibilità di dati potrebbe aiutare gli assicuratori a migliorare il monitoraggio e la valutazione del rischio, offrire una migliore esperienza al cliente e aumentare il rilevamento delle frodi. Il settore assicurativo sostiene gli sforzi per facilitare un’adeguata condivisione dei dati, in cui il trattamento dei diversi attori si basa su una vera parità di condizioni. Allo stesso tempo, i clienti dovrebbero avere il pieno controllo sulla condivisione dei propri dati e avere la certezza che vengano archiviati in modo sicuro. Tuttavia, molto dipenderà dall’approccio specifico scelto per qualsiasi framework di condivisione dei dati. L’industria pertanto attende con impazienza un ulteriore dialogo con la Commissione nei mesi a venire per contribuire a realizzare questi obiettivi e fornire un quadro appropriato.

“Per quanto riguarda la proposta della Commissione per un atto di resilienza operativa digitale per il settore finanziario, accogliamo con favore l’obiettivo della Commissione di aumentare la sicurezza informatica del nostro settore mentre abbracciamo la trasformazione digitale. Esamineremo ora la proposta in dettaglio per vedere se è adatta allo scopo, sufficientemente basata sul rischio e riflette la natura specifica dell’assicurazione” conclude Koller.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento