GenePlanet: “Con la nostra piattaforma di Health Intelligence preveniamo i rischi salute”

geneplanet, assicurazioni salute, GP_test kit & Health Intelligence

GenePlanet: “Con la nostra piattaforma di Health Intelligence preveniamo i rischi salute”.

“Prevenire è meglio che curare” dice un vecchio adagio popolare. In Italia lo facciamo ancora poco. Secondo un’indagine condotta da Bnp Paribas Cardif nel 2017 il nostro Paese sconta un ritardo nella spesa in prevenzione sanitaria: destiniamo a questa voce appena lo 0,5% della spesa complessiva in sanità rispetto alla media Ue che è pari al 3%. Non solo. Secondo i dati Ivass, in Italia la spesa “out of pocket” coperta da strumenti assicurativi rappresenta appena il 13,4% del totale della spesa sanitaria sostenuta dai cittadini, a fronte del 43% della Germania, del 65,8% della Francia e del 76% degli Stati Uniti.

E’ quindi importante per il settore assicurativo muoversi in fretta cercando nuove soluzioni da integrare nelle proprie offerte salute. Una di queste arriva da GenePlanet, società attiva da più di 10 anni nel mondo della genetica medicale e 2consumer (lifestyle). “Per quanto riguarda l’ambito medicale ci occupiamo soprattutto di test pre-natali non invasivi (NIPT) e post-natali, nonché carrier screening e cancer screening – racconta ad Insurzine, Andrea Lorenzin, Business Development Consultant di GenePlanet – Nel segmento lifestyle offriamo invece una serie di analisi che vanno a mappare predisposizioni di metabolismo, alimentari, sportive, cardiovascolari, invecchiamento e altro ancora. In particolare, negli ultimi anni, abbiamo sviluppato una piattaforma di Health Intelligence, focalizzandoci sul segmento definito prevenzione e well-being. Abbiamo collaborato con rilevanti società internazionali in ambito assicurativo diventando negli anni un player innovativo in ambito di soluzioni tailor-made con focus sulle persone e sulla prevenzione”. Ma come si sviluppa la collaborazione con il mondo insurance? “Custumizziamo il servizio in base alle richieste della società assicurativa – risponde Lorenzin – I nostri servizi sono integrati alla polizza, al momento della sottoscrizione il cliente, se lo desidera, attiva il servizio senza costi aggiuntivi e riceve a casa il kit per effettuare il test genetico”.

GP_insurance_infpgrafphic

“Con la nostra soluzione – continua Lorenzin – creiamo una situazione vantaggiosa per tutti. Forniamo ai clienti assicurativi un servizio preventivo premium a supporto dello stile di vita e benessere. Andiamo così a superare il concetto di costo/copertura del rischio, andando ad aggiungere una componente di servizio. Il cliente potrebbe ritrovarsi online, nel nostro sito, e notare che per ottenere questa gamma di analisi avrebbe dovuto spendere diverse centinaia di euro, mentre ora è offerta a lui come componente della sua polizza”. Dopo aver effettuato il test e dopo aver compilato un questionario online che permette alla piattaforma di definire un Health Score, il cliente sottoscrittore avrà accesso alle sue informazioni suddivise in sei aree tematiche con altrettanti touch point dinamici che possono essere sbloccati alla stipula e ai rinnovi della polizza. In questo modo l’engagement della persona viene distribuito durante tutto l’anno.

geneplanet, touch point

Ad oggi GenePlanet ha collaborato con numerose società in Europa tra cui Generali, Allianz, Sava e Uniqa. “Con loro abbiamo sviluppato programmi di prevenzione legati ai prodotti assicurativi – spiega  Lorenzin – In particolare con Allianz (Repubblica Ceca e Slovacchia) e Generali (Slovenia, Serbia) stiamo implementando programmi su ampia scala integrando le nostre soluzioni a loro prodotti caso morte, infortuni e malattie gravi”.

Tra i vantaggi per gli assicuratori che utilizzano i servizi di GenePlanet c’è sicuramente la potenziale riduzione del claim. “Un fattore statisticamente difficile da dimostrare per ora, ma è chiaro che fornire informazioni mirate e univoche a vantaggio del benessere e stile di vita di un assicurato può ridurre o spostare in avanti la componente probabilistica legata a talune patologie e/o rischi” conclude Lorenzin.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento