Generali Italia lancia il nuovo modello Health&Welfare

Marco Sesana, ceo Generali Italia

Generali Italia lancia il nuovo modello Health&Welfare.

Più prevenzione e educazione per stili di vita sani, più accessibilità e supporto alle cure, active ageing e assistenza per la non auto sufficienza. Sono queste le tre linee di sviluppo su cui si articolerà il nuovo modello Health&Welfare presentato oggi da Generali. A questo proposito, la compagnia ha annunciato un piano di investimento di oltre 500 milioni di euro nel prossimo triennio.

Le soluzioni del nuovo modello di Generali

A consolidare l’approccio olistico del modello di Generali Italia ci sono tante nuove soluzioni: la nuova offerta Immagina Adesso Salute&Benessere, un unico interlocutore per la salute delle famiglie; la nascita della joint venture Generali Welion-CDP Venture Capital, Convivit, per un nuovo concept abitativo su modello internazionale di Senior Living dedicato agli over 65 autosufficienti; l’istituzione del Fondo di Private Equity per l’erogazione delle cure con elevati standard qualitativi; il life coach digitale Benefit per la promozione di stili di vita sani dedicato alle imprese, da Generali Welion e Generali Vitality; robotica e intelligenza artificiale per prevenzione e riabilitazione con Movendo Technology.

“Il nostro futuro è nella Salute: questa è una delle lezioni del Covid – ha affermato Marco Sesana, Country Manager & CEO Generali Italia e Global Business Lines – Prevenzione, stili di vita sani e attivi, le migliori cure devono essere accessibili e alla portata di tutti. Con l’esperienza, la forza innovativa e una visione internazionale, siamo pronti oggi ad aiutare famiglie e imprese a guardare con rinnovato slancio ed ottimismo al domani, attraverso soluzioni nuove, concrete e innovative per salute e benessere. I 20 miliardi di euro del Pnrr segnano un punto di discontinuità: come Generali Italia abbiamo deciso di catalizzare e supportare gli sforzi del Paese ed essere vicini alle persone con un investimento di oltre 500 milioni di euro nei prossimi tre anni, sviluppando un modello unico, completo e tecnologico per un impatto sociale positivo sul Paese”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento