Generali si fa una sua startup: ecco CyberSecurTech

assicurazioni cyber

Generali lancia Cyber Insurance e la startup CyberSecurTech.

Due novità in ambito cyber arrivano oggi da Generali. Il Leone di Trieste ha annunciato una nuova funzione dedicata alla Cyber Insurance e una start-up, CyberSecurTech, detenuta interamente dal Gruppo e creata per offrire ai propri clienti metodi innovativi di valutazione del rischio informatico.

La funzione avrà il compito di sviluppare e coordinare a livello globale l’approccio del Gruppo all’assicurazione dei cyber risk: dal supporto ai clienti nell’ attività di prevenzione degli attacchi informatici e nella predisposizione della miglior risposta agli stessi, sino alla gestione tecnica e legale degli incidenti.

“L’annuncio di oggi conferma l’impegno di Generali nei confronti della cyber security, un ambito sempre più rilevante e strategico per persone, aziende e organizzazioni – ha affermato Marco Sesana, Country Manager Italy & Global Business Lines – Generali, in qualità di assicuratore globale, vuole essere in prima linea nell’identificazione e nel contenimento di questa tipologia di rischi emergenti, proponendo soluzioni innovative e appropriate per i nostri clienti. Lo faremo grazie all’expertise presente all’interno della nuova funzione ed alla capacità di innovazione tecnologica che contraddistingue il nostro Gruppo e che è alla base della start-up CyberSecurTech”.

L’Italia è stata il primo Paese a testare la piattaforma, utilizzandola per il disegno e lo sviluppo della nuova offerta Cyber dedicata alle aziende: una soluzione completa e distintiva che va dall’analisi del rischio, alla prevenzione, alla copertura fino ai servizi di assistenza pre e post evento.

CyberSecurTech e la piattaforma Majorana

Insieme a CyberSecurTech, Generali ha varato una piattaforma tecnologica chiamata “Majorana”, interamente progettata e sviluppata dal team di esperti in sicurezza informatica del Gruppo. Il sistema utilizza metodologie innovative per la gestione del rischio, permettendo la graduale implementazione della propria offerta assicurativa cyber a livello globale.

La piattaforma raccoglie ed analizza i dati dei clienti, partendo da un assesment sul perimetro web dello stesso, passando per la ricerca all’interno del deep e dark web di eventuali perdite di dati che hanno impattato il potenziale cliente, fino ad esaminare le vulnerabilità presenti nella infrastruttura IT. I risultati vengono poi analizzati per mezzo di un algoritmo proprietario e si traducono nella configurazione di una polizza assicurativa per i rischi informatici e nella realizzazione di un report sulla sicurezza informatica da condividere con il cliente.

Conclude Remo Marini, CEO della start-up CyberSecurTech: “Il livello di sofisticazione del tool, grazie all’utilizzo di tecnologie innovative basate su machine learning e sull’intelligenza artificiale, permette di effettuare una valutazione del rischio reale al quale il cliente è esposto, fornendogli informazioni dettagliate che potrà utilizzare per costruire un piano di abbattimento e di trasferimento del rischio residuo, sia dal punto di vista tecnologico sia assicurativo”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento