Il Covid-19 spinge l’adozione di polizze UBI

insurtech, ubi

Il Covid-19 spinge l’adozione di polizze UBI.

L’assicurazione basata sull’utilizzo (UBI) continua ad attrarre finanziamenti nonostante il calo degli investimenti in insurtech a causa della pandemia Covid-19. A sostenerlo è uno studio condotto dalla società di analisi dei dati GlobalData. L’indagine ha rilevato che il 9,7% dei conducenti nel Regno Unito ha una polizza UBI. Una percentuale che, secondo gli analisti, aumenterà a causa della pandemia. A differenza delle assicurazioni tradizionali, il modello di assicurazione UBI prevede che i premi degli assicurati vengano calcolati in base all’utilizzo del bene assicurato. Una soluzione che è stata parecchio adottata in questo periodo in cui i governi, per limitare i contagi, hanno imposto lockdown e distanziamento sociale.

“Dato che il chilometraggio è un fattore chiave nel calcolo dei premi automobilistici, ci sono state richieste di rimborsi dei premi, ma poche compagnie hanno effettuato rimborsi”, ha affermato Yasha Kuruvilla, analista assicurativo presso GlobalData. “Di conseguenza, il Covid-19 spingerà l’adozione di prodotti UBI”.

Dall’indagine di GlobalData è emerso inoltre che le polizze UBI sono popolari soprattutto tra i conducenti più giovani: nel Regno Unito il 22,3% delle persone di età compresa tra i 25 e i 29 anni ha acquistato una copertura UBI nel 2019. Questa soluzione pare però non piacere alle persone che hanno più di 50 anni: tra di loro solo il 2,2% afferma di avere acquistato un prodotto di questo tipo.

Dietro la scelta dei giovani di ovviare verso una soluzione UBI c’è anche un’esigenza economica: i risparmi sono pochi e le polizze UBI sono più convenienti come fascia di prezzo.

L’interesse del mercato verso questo segmento è certificata dai cospicui finanziamenti ottenuti recentemente dalle insurtech ByMiles e Just Insurance Auto. Secondo Kuruvilla, in futuro vedremo un aumento di questo tipo di polizze.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento