Imprenditoria femminile, al via MIA – Miss In Action

Imprenditoria femminile, al via MIA - Miss In Action.

Imprenditoria femminile, al via MIA – Miss In Action.

Aiutare l’imprenditoria femminile, sostenendo le startup più meritevoli nello sviluppo dei loro prodotti o servizi innovativi che si esprimano nei settori di smart home, smart mobility, open banking, CSR, welfare, well-being, insurtech, banking, investments, real estate e fintech. Questo l’obiettivo di MIA – Miss In Action, il programma di accelerazione giunto alla seconda edizione e dedicato alle startup al femminile, promosso da Digital Magics e dal Gruppo BNP Paribas. L’idea nasce dal fatto che nell’ecosistema dell’innovazione italiano le imprenditrici sono ancora molto poche: infatti secondo le recenti rilevazioni del MISE, solo il 13,5% è costituito da donne.

L’iniziativa è stata presentata al Gamma Forum Milano dalle due fondatrici del Programma di Accelerazione MIA, Layla Pavone, Chief Innovation Marketing and Communication Officer di Digital Magics e Isabella Fumagalli, CEO di BNP Paribas Cardif e Coordinatore di BNP Paribas IFS per l’Italia, con la partecipazione di Mauro Bombacigno, Direttore Engagement di BNL e di BNP Paribas in Italia, Roberta Cocco, Assessore alla Trasformazione Digitale della Città di Milano e Luciana Delle Donne, Fondatrice di Made in Carcere.

Le startup o PMI innovative composte per la maggior parte da donne, potranno quindi candidarsi per partecipare a MIA – Miss In Action sul sito dedicato.

Tra tutte le candidature ricevute entro il 2 Febbraio 2020, verranno selezionate 10 Startup innovative tecnologiche, che avranno la possibilità di presentare i loro progetti, durante la giornata dell’Innovation Day del 3 marzo 2020, nell’ambito della quale una commissione, composta da Digital Magics, dal Gruppo BNP Paribas e da una giuria di eccellenza tutta al femminile di top manager, imprenditrici e business angels, sceglierà le 3 migliori startup che avranno accesso al Programma di Accelerazione e le supporterà nell’execution della loro idea fino al “go to market”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento