Insurtech, Aviva azionista di maggioranza della startup robo-advisor Wealthify

insurtech, robot advisor

Insurtech, Aviva azionista di maggioranza della startup robo-advisor Wealthify.

Aviva, un gigante del settore delle assicurazioni, ha investito una somma imprecisata nella startup inglese Wealthify, diventando l’azionista di maggioranza. Il prodotto verrà integrato in MyAviva, il portale online della compagnia assicurativa.

Insurtech, Aviva perché la scelta di Wealthify

Wealthify è una startup con sede a Cardiff, UK, ed è stata lanciata soltanto nell’aprile del 2016. Solo nello scorso anno, la startup ha ricavato oltre 1 milione di sterline grazie alla pianificazione di un crowdfunding, un finanziamento collettivo. Wealthify rappresenta una delle cosiddette startup “robo-advisor”. Questo termine vuole identificare la nuova generazione di consulenti finanziari, che sfruttano la tecnologia per offrire consigli e servizi riguardo gli investimenti a basso prezzo.

Blair Turnbull, il managing director di Aviva Digital UK, ha affermato: “E’ sorprendentemente facile da usare, senza un linguaggio tecnico complicato, senza tariffe costose, e si può iniziare a investire con solamente 1 sterlina. In particolare, è mirato ai risparmiatori tradizionali, che sono alla ricerca di diversificare i loro investimenti, e anche ai millenial che apprezzano un’esperienza digitale agevole e trasparente”.

Insurtech, Aviva un importante affare

I cosiddetti “robo-advisor” rappresentano una delle aree più interessanti e salienti del mercato fintech. Secondo Turnbull  “questo affare è un altro importante passo di Aviva nella sua strategia digitale. Vuole sottolineare il nostro impegno a investire nel business digitale di riferimento, permettendo così ai nostri clienti non solo di poter beneficiare delle nuove tecnologie ma anche poter acquistare assicurazioni in modo semplice, facile e più conveniente”.

Richard Theo, il co-fondatore e CEO di Wealthify, parlando dell’investimento di Aviva ha dichiarato che “è la conferma della nostra visione pensata tre anni fa per cambiare il modo di investire per il meglio. Il poter avere accesso ai suoi milioni di clienti nel Regno Unito – ha continuato Theo –  ci dà la sicurezza che possiamo certamente diventare leader di questo mercato e non solo.”

Insurtech, Aviva gli interessi per il mercato fintech

L’amministratore delegato di Aviva, Mark Wilson, ha dichiarato con entusiasmo di voler trasformare la compagnia in una fintech. A tale scopo, opereranno a svariate acquisizioni in questo settore.

Aviva però non è l’unica grande azienda intenzionata a investire nel mercato delle startup fintech. Per esempio, lo scorso ottobre, il gigante tedesco del settore assicurativo Allianz ha investito nel “robo-advisor” Moneyfarm; la Legal & General, inevece, ha annunciato questa settimana un investimento di 40 milioni di sterline in SalaryFinance, una startup improntata sull’attività creditizia.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento