Insurtech, Axieme lancia la prima assicurazione social per i fotografi italiani

Axieme Fotografi, insurtech

Insurtech, Axieme lancia la prima assicurazione social per i fotografi italiani.

La startup insurtech Axieme ha lanciato, in collaborazione con l’associazione nazionale fotografi Tau Visual, la prima assicurazione in Italia per la protezione della responsabilità civile professionale dei fotografi professionisti. Un lancio che colma un vuoto di copertura per chi svolge questa professione. Secondo i dati Eurostati, sono infatti 3,6 milioni i lavoratori autonomi e senza dipendenti tra i 15 e i 74 anni: il valore più alto dell’Eurozona, contro i 2,2 milioni della Germania e i 2 milioni della Francia.

Insurtech, come funziona l’assicurazione di Axieme per i fotografi

Il modello di social insurance prevede che ogni fotografo associato a Tau Visual che sottoscriverà una polizza entrerà a far parte della cerchia di altri assicurati che come lui hanno sottoscritto lo stesso tipo di assicurazione.
Alla scadenza della polizza l’assicurato riceverà il rimborso (giveback) di una parte del premio pagato in base ai sinistri avvenuti a lui o agli altri membri del suo gruppo.

Roberto Tomesani, coordinatore generale dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti Tau Visual, afferma come il modello di social insurance lo abbia colpito sin dall’inizio: “siamo stati noi a contattare Axieme, avevamo sentito parlare del loro modello innovativo e la loro idea di assicurazione calza a pennello su una community come la nostra. Apprezziamo particolarmente una polizza su misura per le nostre esigenze e che promuova uno spirito di trasparenza e mutualità”.

L’assicurazione come segno di professionalità

La Legge 4 del 14/01/2013 dedicata alle “professioni non organizzate” si propone di dare un inquadramento proprio all’attività dei c.d. “freelance”, di cui i fotografi sono storicamente una delle professioni più rappresentative.
Proprio le associazioni professionali come Tau Visual al fine di tutelare i consumatori e di garantire la trasparenza del mercato dei servizi professionali “possono rilasciare ai propri iscritti un’attestazione relativa al possesso della polizza assicurativa per la responsabilità professionale stipulata dal professionista”.
La polizza assicurativa diventa quindi anche un elemento di dimostrazione (soprattutto nei confronti dei propri clienti) di maggiore professionalità e di garanzia di maggior tutela.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento