Insurtech, boom di investimenti in Europa

insurtech token

Insurtech, l’Europa cresce del 32%. Quota di mercato USA dimezzata in 3 anni.

Il mercato InsurTech sta crescendo fortemente: gli investimenti nel 2017 sono aumentati del 32% rispetto all’anno precedente, arrivando ad un valore di 2,316 miliardi di dollari (nel 2016 era pari a 1,750 miliardi di dollari). Inoltre, dal 2014 al 2017 si è riscontrato un tasso medio di crescita pari al 38%.

L’espansione del settore è confermata anche dall’andamento del numero di deal, pari a 331 nel 2017 e in crescita del 39% rispetto 2016. Nel 2014 le stesse percentuali erano pari a 12% per l’Europa e a 80% per gli Stati Uniti.

Insurtech, tutti i dati

E’ l’Europa ad essere la protagonista di un incremento straordinario, con un valore complessivo delle operazioni cresciuto del 385% (per 679 milioni di dollari) e un volume aumentato del 118%, che costituisce un terzo di tutte le operazioni insurtech nel mondo. Il Regno Unito, nonostante l’incertezza causata dall’uscita dall’Unione Europea, continua a emergere come centro europeo dell’insurtech, con 41 operazioni nel 2017 e una crescita complessiva del 117% negli ultimi due anni. Nel 2017 il valore delle operazioni ha registrato una crescita enorme, con 364 milioni di dollari investiti in startup insurtech del Regno Unito, contro i 19 milioni dell’anno precedente.

Il Nord America rimane in testa sia per valore complessivo che per volume delle operazioni – pari a 1,24 miliardi di dollari, il 46% delle operazioni dello scorso anno – ma ha registrato un aumento del solo 6%.

Insurtech, accenture

La gran parte degli investimenti in Insurtech (50% circa) si è concentrata in specifiche aree aziendali, come il Marketing e la Distribuzione. Questo trend lascia spazio, nei prossimi anni, a una maggiore concentrazione su altre aree strategiche come quella dei Sinistri che nella prima metà del 2017 hanno raccolto il 9% del totale contro lo 0,4% registrato nel 2016.

Insurtech, l’analisi di Accenture

“L’Insurtech ha avuto un’evoluzione sicuramente rilevante a livello globale – ha commentato Daniele Presutti, Senior Managing Director, Insurance Lead per Accenture Italia – Nato negli Stati Uniti, negli ultimi quattro anni si è però assistito allo spostamento del baricentro dell’InsurTech nel resto del mondo ed in particolare in Europa – se infatti nel 2014 il mercato statunitense rappresentava l’80% del mercato rispetto al 12% europeo, nel 2017 l’Europa rappresenta il 32% degli investimenti globali mentre la quota USA si è ridotta al 46%. La crescita dell’Insurtech è la dimostrazione di come queste iniziative siano diventate parte integrante degli investimenti delle compagnie assicurative, rientrando in una strategia più ampia di Innovazione che in Accenture crediamo sia fondamentale perché le compagnie possano assicurarsi una crescita profittevole in un contesto di mercato in continua evoluzione. La sfida per le compagnie è quella di creare nuove esperienze per i clienti che possano essere “hyper-relevant” ovvero rispondere e magari anticipare le esigenze della vita quotidiana dei consumatori con soluzioni semplici e personalizzate attraverso l’introduzione di soluzioni tecnologiche. Le start-up Insurtech, seppur ancora un fenomeno di dimensioni non enormi (nel 2017 l’Insurtech vale 2,3 miliardi di dollari contro i 4,2 trilioni di dollari del mercato assicurativo), sono in grado sicuramente di settare nuovi standard di mercato per le compagnie”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento