Insurtech, Chubb investe in Bunker per assicurare i lavoratori freelance

chubb bunker insurtech

Insurtech, Chubb investe in Bunker per assicurare i lavoratori freelance.

Bunker e Chubb stanno lavorando insieme per sviluppare nuovi prodotti assicurativi focalizzati sui lavoratori freelance. Bunker è infatti una startup di brokeraggio assicurativo digitale incentrata su lavoratori indipendenti e piccole imprese.

Chubb è diventato un investitore minoritario di Bunker, impegnando almeno 2 milioni di dollari per l’avvio del broker digitale. Bunker ha raccolto oltre 10 milioni di dollari ad oggi, tra cui un round di 2 milioni di dollari nel 2016 e un finanziamento di serie A da 6 milioni di dollari a metà 2017. I precedenti investitori includono Comcast Ventures, Route 66 Ventures, Omidyar Network (ora Spero Ventures), Hiscox e American Family.

Chad Nitschke, co-fondatore e CEO di Bunker, ha spiegato a Carrier Management che l’investimento è il risultato dell’inizio di una relazione lavorativa con Chubb, avvenuta alla fine del 2016.  “Sono stati coinvolti in ciò che avevamo costruito e nel nostro approccio al mercato. Abbiamo quindi deciso di collaborare con loro, costruendo un prodotto di responsabilità generale e professionale per i lavoratori indipendenti”, ha affermato Nitschke.

“Loro hanno espresso un interessamento nell’investire in Bunker, semplicemente come azionisti minori” ha detto Nitschke, sottolineando che Bunker conta anche Hiscox e American Family Ventures come investitori nella società.

Le startup legate all’assicurazione per le piccole imprese stanno attingendo a molti investimenti dalle compagnie assicurative, incluse Starr Companies, Berkshire Hathaway, Liberty Mutual, Markel e Munich Re. Chubb e Hiscox hanno investito in altre startup oltre a Bunker.

Impiego di nuovi dipendenti

Bunker, con sede a San Francisco, si è allargata creando Madison e Wis. Ora impiega 22 persone, un grande salto rispetto alle sei dello staff originale a metà dell’anno scorso. Bunker pianifica di aumentare tra le 30 e le 40 persone impiegate alla fine del 2018, ha aggiunto Nitschke.

Nel lungo termine, Bunker sta pianificando di essere indipendente, rimanendo focalizzata sulla sua vision di incorporare l’assicurazione nel processo di contatto con i clienti.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento