Insurtech, DAC Beachcroft lancia un servizio digitale per accelerare la liquidazione dei sinistri

analisi sinistri, insurtech

Insurtech, DAC Beachcroft lancia un servizio digitale per accelerare la liquidazione dei sinistri.

Lo studio legale internazionale DAC Beachcroft ha collaborato con la startup insurtech Automated Insurance Solutions e Audatex, per sviluppare Bail, uno strumento online di intelligenza artificiale (AI) che valuta in modo rapido, accurato e coerente la responsabilità a seguito di un incidente automobilistico.

Il servizio è nato dalla sinergia del centro di ricerca e sviluppo di DAC Beachcroft, Innovations Lab, e gli specialisti di soluzioni di riparazione e liquidazione dei sinistri, Audatex.

“Un’attrazione chiave di Bail è la sua semplicità”, ha dichiarato Peter Allchorne, Partner e Responsabile dell’Innovations Lab di DAC Beachcroft. “È facile e intuitivo da usare, e la serie di domande è completamente dinamica, chiedendo solo che cosa è rilevante per restituire una decisione rapida, accurata e coerente in materia di responsabilità”.

Come funziona il servizio

La piattaforma Bail è accessibile tramite un portale web. Gli assicuratori rispondono a semplici domande sull’incidente automobilistico, selezionano un’immagine del tracciato stradale che meglio si adatta allo scenario dell’incidente e aggiungono o richiedono dichiarazionii di testimoni, se disponibili. Una volta che Bail ha acquisito i dati di cui ha bisogno, la sua piattaforma AI sottostante fornisce una risposta immediata sulla responsabilità. I collegamenti a Google Maps e i dati meteorologici storici aiutano anche a individuare la posizione esatta dell’incidente e le condizioni meteorologiche in quel momento, consentendo all’utente di produrre un resoconto di locus conciso in pochi secondi, insieme al risultato di responsabilità.

Le domande di Bail possono essere completate dall’handler per le richieste di risarcimento per conto dello stipulante o dallo stesso assicurato utilizzando la funzione self-service di Bail. Questa funzionalità self-service consente agli assicurati di inserire il proprio account dell’incidente senza la necessità di parlare con un gestore di sinistri o un perito.

“I clienti che hanno testato Bail stanno già beneficiando di una riduzione delle spese operative e allo stesso tempo accelerano quello che è stato storicamente un processo manuale molto cartaceo”, ha affermato Ben Taylor, Amministratore delegato di Automated Insurance Solutions. “Bail non solo offre miglioramenti in termini di precisione ed efficienza, ma garantisce anche che il cliente dell’assicuratore rimanga al centro del processo del sinistro”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento