Insurtech, dal Regno Unito una copertura per chi prenota su Airbnb

guardhog, insurtech

Insurtech, dal Regno Unito una copertura per chi prenota su Airbnb.

Un’assicurazione per proteggere chi prenota un appartamento o una casa tramite siti come Airbnb. Si chiama Guestover ed è stata lanciata dall’insurtech Guardhog. Fornisce una protezione per tutto il soggiorno di un host con vantaggi come alloggio alternativo e trasporto sicuro. Con 15/20 sterline, il prodotto copre un sacco di rischi, dalla falsa dichiarazione domestica alla frode.

Il servizio Guestover per ora sarà attivo solo nel Regno Unito. “La maggior parte dei viaggiatori che utilizzano piattaforme di home sharing non mettono in conto la possibilità che la casa che hanno affittato possa avere un problema: una perdita d’acqua, un incendio oppure che non esista nemmeno. Ciò è aggravato dal fatto che esiste un’allarmante percezione errata che la loro assicurazione di viaggio copra catastrofi relativi all’homesharing” spiega Humphrey Bowles, co-fondatore e Ceo di Guardhog. “Gli host meritano di rimanere nella proprietà per cui hanno pagato e quando le loro aspettative non sono soddisfatte – o quando cadono vittime di truffe – meritano di essere compensati – aggiunge Bowler – Ed è qui che entra in gioco Guestcover. Ci impegniamo ad aiutare i viaggiatori a prenotare il loro alloggio con la sicurezza che se non ottengono ciò che hanno prenotato, siamo lì per aiutarli”. A luglio Guardhog aveva lanciato una copertura dei depositi alimentata da blockchain per chi affitta o prenota case.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento