Insurtech, stimare i danni di un sinistro grazie all’AI: alla scoperta di Tractable

tractable

Insurtech, stimare i danni di un sinistro grazie all’AI: alla scoperta di Tractable.

Stimare i danni ad autovetture in caso di sinistri stradali in modo più efficiente e accurato grazie all’utilizzo di software che applicano l’intelligenza artificiale. E’ questo l’obiettivo dichiarato di Tractable startup londinese fondata nel 2014 da Alex Dalyac, Adrien Cohen and Razvan Ranca. Del team fanno parte anche due italiani, Giovanni Lotti e Paolo Fedele, a capo rispettivamente delle risorse umane e del mercato Italiano. E’ proprio Paolo a parlare ad Insurzine di Tractable.

Partiamo dall’inizio, come funziona Tractable?

Il funzionamento è semplice. In caso di incidente, il conducente deve fotografare la vettura danneggiata (pratica già richiesta nella maggior parte dei casi) e una volta caricate le foto necessarie su un App, l’algoritmo di Tractable sarà in grado di riconoscere tutti i componenti esterni del veicolo, giudicare le loro condizioni determinando se o meno debbano essere riparati o sostituiti e determinare il costo connesso a tutte le riparazioni necessarie. La tecnologia sarà in grado di processare fino al 70% dei sinistri di un azienda assicurativa – 50% dei sinistri che presentano solo danni esterni non strutturali ed un addizionale 20% di rottamazioni. I vantaggi evidenti: velocità nel generare una stima imparziale e costi ridotti rispetto all’uso di un esperto che fisicamente visiona la vettura.

Quali prodotti avete realizzato fino ad oggi?

In questo momento abbiamo 2 prodotti: AI Review e AI Estimasting. AI Review acquisisce foto di un veicolo danneggiato con corrispondente preventivo di risarcimento ed è in grado di valutare se vi siano anomalie nelle operazioni e spese preventivate. Per esempio, un paraurti danneggiato potrebbe essere accomodato tramite una semplice operazione di riparazione mentre il carrozziere preventiva la sostituzione per lui più lucrativa. Guardando le foto, Tractable è in grado di segnalare l’operazione come sospetta e far cosi risparmiare risorse all’assicurazione. AI Estimating fa un passo in più ed è in grado di preventivare le spese di risarcimento di un sinistro puramente in base alle foto ed alla tecnologia di proprietà di Tractable. Per ora il focus dell’azienda è il settore RC auto ma in futuro la tecnologia potrà essere applicata al preventivo e rimborso di qualsiasi incidente (es. disastri naturali).

Siete nati solo da cinque anni ma avete già raccolto i primi successi.

E’ vero. Tractable ha ricevuto il DIAmond Award per azienda insurtech con l’impatto strategico più elevato ed è stata inserita nella lista delle 100 startup di intelligenza artificale più promettenti al mondo da CBInsights. La societá ha ricevuto 30 milioni di dollari di funding in totale, di cui 20 milioni di series B da Insight Ventures (fondo di Venture Capital basato a New York tra i piú importanti al mondo) per finanziare la crescita a livello globale. La base clienti esistenti include già 8 delle assicurazioni più grandi in America, Giappone, Belgio e Polonia.

Chi sono i vostri clienti?

Le relazioni con la maggior parte dei nostri clienti sono confidenziali. Ageas negli UK è uno dei clienti che ha annunciato pubblicamente la partnership con Tractable. Tutti i nostri clienti fanno parte della top 10 RC auto in ogni regione di rappresentanza con clienti in Nord America, Europa ed Asia.

Come evolverà l’assicurazione RC Auto con l’avvento delle nuove tecnologie?

L’ assicurazione RC auto del futuro sarà profondamente differente da quella del presente ed il rinnovamento è già in corso. La possibilità di processare un grande quantitativo di dati consentirà alle società assicurative di personalizzare le polizze ed offrire premi assicurativi più competitivi per tutti. Il prezzo dell’assicurazione auto in Italia è il più alto in Europa ed uno dei principali motivi è l’alto costo associato alla gestione dei sinistri che è lenta e spesso afflitta da truffe. Applicazioni di intelligenza artificiale come la nostra permetteranno di ridurre i tempi e prevenire frodi grazie ad un giudizio imparziale e costante, rappresentando un vantaggio competitivo per le assicurazioni e portando un beneficio ai clienti grazie a riduzioni dei prezzi.

Pensate di presentare il vostro servizio anche in Italia?

Nel futuro, vogliamo espanderci nel mercato italiano che rappresenta un’opportunità unica in termini di market sizing ma anche di particolarità del settore assicurativo nel paese che rappresentano un fit perfetto per il nostro prodotto. Nell’aprile del prossimo anno saremo all’Italy Insurance Forum a Milano per farci conoscere e presentare un demo live del nostro prodotto. Tra i nostri piani c’è anche quello di aprire un ufficio nel capoluogo lombardo.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

Classe 1986. Dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano nel 2012 approda a Termometro Politico e l’anno successivo a Smartweek. E’ Direttore Responsabile di InsurZine. Dal 2016 fa parte dell’ufficio stampa del Gruppo Galgano.

Lascia un commento