Insurtech, ecco quanto risparmieranno i clienti con un’assicurazione auto telematica

insurtech, assicurazione auto

Insurtech, ecco quanto risparmieranno i clienti con un’assicurazione auto telematica.

Trenta per cento. E’ quanto potranno risparmiare i clienti con una polizza auto telematica, ovvero con pagamento legato all’impiego effettivo della vettura. A rivelarlo è uno studio Octo Telematics, primo provider globale di servizi telematici per il settore delle assicurazioni auto, che fa riferimento al rapporto di Ptolemus “Usage-Based Insurance Global Report 2016“.

Entro il 2020, rivela il report, ci saranno sulle strade di tutto il mondo 100 milioni di vetture con questa copertura (ad oggi diffusa già presso 12 milioni di utenti) con un introito complessivo di 149 miliardi euro solo nel segmento auto.

Insurtech, il futuro della connected insurance

Si tratta di un cambiamento epocale soprattutto dopo l’arrivo sul mercato di dispositivi sempre più sofisticati che utilizzano la tecnologia IOT (Internet of Things) e i connected device.

Tesla da tempo sta testando queste vetture mentre in Corea del Sud è stata pianificata la costruzione di una città interamente dedicata alle self driving cars.

L’uso delle polizze auto telematiche è uno dei business più floridi per Octo Telematics che non a caso detiene una quota di mercato pari al 39% nel settore delle polizze usage-based (UBI) attive con cinque milioni di auto connesse in tutto il mondo ed un incremento del 25% a partire dallo stesso periodo del 2016.

”I consumatori stanno acquisendo sempre più consapevolezza del valore dei servizi per cui pagano – ha commentato Fabio Sbianchi, CEO di Octo Telematics – rispetto a quanto avveniva fino ad oggi con i premi assicurativi determinati secondo categorie predefinite, quali l’età, il luogo di residenza o il numero di chilometri dichiarati. Le compagnie assicurative stanno anche cercando modi per incrementare le interazioni con i propri clienti, così da aumentarne la fidelizzazione. Queste condizioni, in aggiunta al rapido aumento dei premi assicurativi, ben si adattano alla telematica e la crescita esponenziale di Octo nell’ultimo anno ne è un riflesso”.

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

Classe 1986. Laureato alla Cattolica di Milano in Linguaggi dei Media. Dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano nel 2012 approda a Termometro Politico e l’anno successivo a Smartweek. Nel mentre contribuisce alla realizzazione del magazine insurtech InsurZine. Dal 2016 fa parte dell'ufficio relazioni esterne del Gruppo Galgano.

Lascia un commento