Insurtech, Embroker si assicura 100 milioni di dollari

embroker, insurtech

Insurtech, Embroker si assicura 100 milioni di dollari.

La Mga statunitense Embroker si è assicurata 100 milioni di dollari n un round di finanziamento di serie C guidato da FTV Capital con ulteriori investimenti da HSCM Bermuda e Gaingels e seguono Tola Capital, Canaan Partners, Bee Partners e MassMutual Ventures. In una nota, Embroker ha affermato che prevede di utilizzare i nuovi finanziamenti per trasformare la società in un’insurtech full-stack costruendo una propria compagnia assicurativa.

Che cosa fa Embroker

Fondata nel 2015, Embroker applica moderni modelli di sottoscrizione basati sui dati per valutare meglio il rischio e creare polizze e premi che proteggano le aziende da tale rischio. La società afferma che la loro gestione del rischio basata su algoritmi riduce i premi per le aziende fino al 20%. I prodotti assicurativi digitali di Embroker sono immediatamente sottoscritti dalla piattaforma assicurativa di Embroker e sono completamente supportati da riassicuratori con rating A+, tra cui Munich Re ed Everest Re.

“Per rivoluzionare l’assicurazione aziendale dobbiamo reimmaginare e ricostruire ogni parte del processo – ha dichiarato Matt Miller, Ceo di Embroker – Anche se alcuni processi sono stati semplificati e digitalizzati, i sistemi legacy sottostanti e i processi antiquati endemici di questo settore sono inutilmente complessi e richiedono una revisione sostanziale. Questo round di investimenti ci aiuterà a rendere l’assicurazione aziendale un’esperienza più snella e radicalmente semplice, accelerando i nostri progressi nella costruzione di molti di questi sistemi da zero”.

Miller ha indicato in startup tecnologiche e servizi legali il target di mercato di Embroker. Il perché lo spiega lui: “Si stima che le sole startup statunintensi sostenute da venture capital paghino collettivamente fino a 1 miliardo di dollari o più di premi ogni anno. Noi vogliamo aiutarle, non solo a risparmiare denaro, ma anche a proteggere meglio le loro attività. La nostra missione è replicare questo approccio ad altri segmenti di business che sono stati storicamente sotto-serviti dalle compagnie assicurative più grandi e applicare tecnologie avanzate per rendere le polizze più personalizzate, meno costose e più facili da acquistare”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento