Insurtech, Fineqia investe nella startup estone Black Insurance

insurtech, black insurance

Insurtech, Black Insurance la startup estone che vuole rendere più facile la vita agli assicuratori grazie alla blockchain.

La società d’investimento Fineqia International ha annunciato una partecipazione azionaria in Black Insurance, società di assicurazioni digitale con sede in Estonia, basata sulla blockchain.

Insurtech, alla scoperta di Black

Black intende diventare un assicuratore autorizzato e consentire la sottoscrizione di nuove polizze assicurative tramite i sindacati assicurativi affini al mercato dei Lloyd’s. Obiettivo della società è permettere a broker e agenti assicurativi di creare piani di assicurazione su misura più veloci ed economici utilizzando la piattaforma Black.

Black valuterà il rischio di sindacati specifici e venderà proprietà frazionate in tali pool sotto forma di token che rappresentano il valore unitario del rendimento finanziario atteso da ciascun sindacato. Secondo la società, questo processo renderà la partecipazione ai sindacati assicurativi più efficiente e trasparente tramite registrazioni di transazioni con data e ora registrate sulla blockchain

Black si sta orientando verso un’offerta iniziale di monete virtuali (ICO) entro la fine dell’anno, per vendere gettoni di utilità che verranno utilizzati per le transazioni sulla sua piattaforma, una volta che sarà disponibile pubblicamente.

“Siamo entusiasti di sostenere Black, che consente a un’ampia gamma di investitori di partecipare a un prodotto finanziario assicurativo di alta qualità”, ha dichiarato il CEO di Fineqia Bundeep Singh Rangar, che ha anche contribuito a fondare Black.

Insurtech, blockchain e assicurazioni un connubio sempre più attuale

Una recente ricerca condotta da Accenture ha rilevato che un terzo degli assicuratori prevede di utilizzare la blockchain nei prossimi due anni e un altro terzo lo ha in programma.

“Nel settore assicurativo c’è tanta voglia di innovare e varcare la soglia per un’era radicalmente nuova”, ha affermato Risto Rossar, fondatore di Black. “Abbiamo già dozzine di richieste da parte dei broker di tutto il mondo che vogliono entrare a far parte della piattaforma: sono stufi della lentezza che domina il settore, e considerano Black un’opportunità per trasformare le loro aspirazioni in realtà”.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento