Insurtech, Homelyfe vuole rivoluzionare l’assicurazione sulla casa: ecco come

insurtech, homelyfe

Insurtech, Homelyfe vuole rivoluzionare l’assicurazione sulla casa: ecco come.

Quattro domande, una manciata di minuti, e la copertura per la casa è pronta. Homelyfe, startup insurtech inglese, ha tutta l’intenzione di rivoluzionare il mercato assicurativo della casa, dimezzando i tempi di sottoscrizione e rendendo più semplici i processi.
Fondata dagli imprenditori Peter Goodman e Andrew Craven, Homelyfe si basa su una piattaforma tecnologica che consente ai clienti di gestire tutti i loro requisiti assicurativi in ​​un’unica app. Lanciata lo scorso anno, la società ha già raccolto 2,4 milioni di sterline in finanziamenti.

Insurtech, l’assicurazione casa un settore da rivoluzionare

Secondo i fondatori, le polizze casa, così come sono presentate oggi dalle Compagnie, non funzionano. Troppe domande, spesso incomprensibili per il cliente. Come conferma un sondaggio condotto da Homelyfe, il 95,6% delle persone che sta acquistando una copertura per la casa afferma di non essere in grado di rispondere con precisione ad una o più delle tipiche domande poste durante la sottoscrizione della polizza.

“Se devi interrompere un processo di acquisto, c’è un’alta probabilità che poi non torni indietro”, ha affermato Goodman che nella società ricopre il ruolo di CEO.

La soluzione pensata da Homelyfe, dal motore di valutazione all’interfaccia utente, è stata costruita “da zero”, poiché non c’era altro sul mercato. Ed è stata pensata per venire incontro al cliente e rendergli agevole il percorso di acquisto.

“Quando abbiamo iniziato a sviluppare il progetto da un punto di vista ingegneristico, non esisteva davvero un sistema di back-end in grado di fornire ciò che volevamo ottenere, ovvero eliminare la vecchia serie di domande che portavano il cliente finale ad abbandonare il percorso di sottocrizione. Non c’era nulla” ha continuato Goodman.

Insurtech, problema legacy

Avendo avuto la possibilità di partire da zero, l’azienda è stata in grado di evitare una delle maggiori sfide, o meglio legacci, per gli operatori storici: i sistemi legacy.

“Non è facile per un’azienda con milioni di clienti cambiare improvvisamente una serie di domande – ha spiegato Goodman – Ci è stata data l’opportunità di costruire qualcosa da zero e noi l’abbiamo colta”.

Guardando al futuro, l’azienda sta lavorando in collaborazione con alcune Compagnie e ha in programma di lanciare più prodotti, il che, nonostante il nome, non si limiterà solo ai prodotti per la casa.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

Classe 1986. Dopo alcune esperienze presso le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano nel 2012 approda a Termometro Politico e l’anno successivo a Smartweek. E’ Direttore Responsabile di InsurZine. Dal 2016 fa parte dell’ufficio stampa del Gruppo Galgano.

Lascia un commento