Insurtech, Insurama sbarca in Italia

Insurama, insurtech

Insurtech, Insurama sbarca in Italia.

L’insurtech spagnola Insurama è sbarcata in Italia grazie a una joint venture con DBDG, un broker con più di 50 anni di esperienza in Italia. Ad annunciarlo è la società in una nota. L’azienda porta con sé il suo accordo con Iriparo e La Casa de las Carcasas per la vendita e la riparazione dei mobili assicurati.

Inurama è un hub per prodotti e servizi assicurativi digitali rivolti a rivenditori, distributori fisici ed e-commerce, basati sulla domanda reale dei clienti.

In merito all’estensione di servizi come l’assicurazione e la riparazione di apparecchiature informatiche, la società spagnola fatto sapere di aver raggiunto un accordo con Juice, un rivenditore premium di Apple per la vendita di assicurazioni, e con Livolsi, il riparatore ufficiale della maggior parte delle marche di telefoni cellulari.

In questo modo, la compagnia spagnola estende il suo modello assicurativo, che copre l’intero ciclo assicurativo, con partner in tutti i punti della catena del valore (dal marketing alla riparazione) e risponde immediatamente alle esigenze dei clienti attraverso tutti i canali possibili, sia convenzionali, come il telefono, che digitali (social network, email, web).

L’arrivo in Italia

Insurama inizierà la sua presenza in Italia con più di 500 punti vendita distribuiti in tutto il paese, con l’obiettivo di raggiungere 20.000 polizze vendute entro il 2022.

Sergio Balsa, CEO di Insurama, ha espresso la sua soddisfazione per aver potuto, in soli 4 mesi, “espandere il modello di successo di Insurama all’Italia, con la nostra filiale 100% italiana, in un quadro simile a quello sviluppato con successo in Spagna, ma adattato alle peculiarità dell’Italia”.

Un modello che, secondo il dirigente, ha avuto una reazione iniziale “molto positiva” del mercato. Un modello e una piattaforma tecnologica che sono “100% customer centric”, secondo Balsa, implementati “in un mercato esigente come quello italiano”.

Il processo di internalizzazione di Insurama

Ma l’Italia è solo la prima tappa dell’internazionalizzazione di Insurama, che prevede di essere presente in Portogallo a settembre, in Messico prima di ottobre e in Cile nei primi giorni del 2022. Un’espansione che, nelle parole di Agustín Díaz-Portales, CMO di Insurama: “è una bella sfida, perché implica affrontare tutte le sfide che comporta l’apertura in un nuovo paese, in termini di lingua, legislazione e cultura, tra le tante. Abbiamo ottenuto questo in tempo record grazie a una metodologia agile e alla collaborazione di un team multidisciplinare”.

I numeri di Insurama

In soli tre anni, l’azienda compete direttamente con le grandi compagnie di assicurazione. Solo nel 2020, ha aumentato il suo ebitda del 47% e le entrate del 789% rispetto al 2019. Questa rapida crescita è stata premiata dagli investitori, che in un round tenutosi a giugno 2021 hanno depositato 5 milioni di euro, che saranno utilizzati per continuare l’espansione dell’azienda, sia all’interno che all’esterno della Spagna.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento