Insurtech, intervista a Mark Dowds, CSO di Trov, la startup delle polizze on demand

mark dowds, trov

Insurtech, intervista a Mark Dowds, CSO di Trov, la startup delle polizze on demand.

E’ nata nel 2012 ma in pochi anni è riuscita a suscitare l’interesse di colossi come Axa e Munich Re. Stiamo parlando di Trov, azienda insurtech con sede nella Bay Area di San Francisco e operante nel settore delle tecnologie di assicurazione on demand. Fondata da Scott Walchek, l’assicurazione Trov On-Demand per singoli articoli è attualmente disponibile in Australia e nel Regno Unito e sarà lanciata negli Stati Uniti nel 2018. Nell’aprile 2017, Trov ha chiuso 56 milioni di dollari in finanziamenti della serie D, portando il totale finanziamento a poco più di 97 milioni. Di questo e molto altro abbiamo parlato con Mark Dowds, Chief Strategy Officer e co founder di Trov.

AXA, Munich Re sono solo alcune delle compagnie che hanno deciso di investire in Trov. Si è mai chiesto il motivo di questo interesse?

Trov rappresenta un approccio davvero rivoluzionario alle assicurazioni, un’industria che è rimasta per la maggior parte immutata per secoli. Il World Insurance  Report 2015, di Capgemini ed Efma, ha rivelato che solo il 36% dei millennial ha riportato un’esperienza positiva con il proprio assicuratore tradizionale nel 2015,  rispetto al 52% delle altre fasce d’età. I millennial sono la generazione più sottovalutata di tutti i tempi, con politiche tradizionali che non si adattano ai loro
stili di vita ininterrotti. Le partnership innovative strette con i nostri partner assicurativi sono dovute in gran parte hanno a che fare soprattutto con la nostra  piattaforma tecnologica. Trov è una società tecnologica, non una compagnia assicurativa, e il nostro team di ingegneri di livello mondiale ha costruito la piattaforma  da zero. Aiutiamo i nostri partner a creare un ponte verso una generazione che richiede servizi on-demand, disaggregati e completamente mobile.

E come ci riuscite?

Sfruttando le risorse chiave di Trov e dei nostri partner: da una parte la tecnologia e il design user-centric rapidamente implementabili, massicciamente scalabili; dall’altra il bilancio e la forza normativa degli assicuratori. Siamo un’assicurazione a prova di futuro per soddisfare le richieste e le esigenze dei clienti di oggi  e di domani. È molto importante trovare partner che innovino insieme a te. Devono imparare insieme a te mentre tu rimani te stesso. Siamo fortunati ad avere grandi partner
per questo viaggio.

Da dove è venuta l’idea di Trov?

L’idea di Trov è nata dalla consapevolezza che gli assicuratori non sanno veramente cosa posseggono i consumatori o il valore esatto di questi beni. Pensavamo che se esistesse la conoscenza di ciò che la gente possiede davvero, ciò porterebbe a una valutazione del rischio molto migliore. Abbiamo quindi iniziato a testare le  nostre prime idee su questa proposta e le ipotesi dietro di essa con diversi dirigenti di grandi compagnie di assicurazione. Quello che abbiamo scoperto è che alla
fine della giornata la metrica principale del successo è il rapporto tra assicurazione e valore effettivo. Migliore è questo rapporto, migliore è il bilancio.

E sembra che questa idea sia stata ripagata dai numeri. Può dirci quanto ha raccolto di finanziamento Trov da quanto è nata?

Ha raccolto 97 milioni di dollari fino ad oggi nel corso di quattro round di finanziamento.

In che modo il marketing assicurativo cambia con Trov?

Siamo impegnati a creare un design di esperienza utente di livello mondiale per i nostri utenti, il che rende il processo di assicurazione delle cose che amano non  solo senza soluzione di continuità, ma anche piacevole. Nel 2017, la nostra dedizione al design UX è stata premiata ricevendo l’ambito D & AD Service Design, una Clio  e un Core77. Siamo inoltre lieti di annunciare il nostro nuovo programma per ambasciatori, che sarà lanciato all’inizio del 2018.

In Italia Yolo, startup insurtech on-demand, ha appena lanciato un servizio simile al vostro. Pensate di sbarcare in Italia prima o poi?

L’espansione globale di Trov è attualmente in corso e prevediamo di espanderci sui principali mercati in tutto il mondo, inclusa l’Europa continentale, nei prossimi anni. La nostra mappa di lancio globale è un ottimo punto di riferimento e facciamo spesso un check-in sui nostri progressi. Basta rimanere sintonizzati.

Su che cosa state lavorando ora?

Al momento siamo iper-focalizzati a implementare l’assicurazione Trov-On-Demand in più paesi, con gli occhi puntati sul mercato statunitense nel 2018, nonché su altri importanti mercati nei prossimi anni. Oltre alla nostra espansione geografica, ci concentriamo anche su un’espansione categoriale, ampliando la nostra offerta a ulteriori settori verticali come gli strumenti musicali, le attrezzature sportive, i gioielli, abiti di moda e molto altro, in modo che i nostri clienti possano proteggere più
oggetti.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek. Lavora all’interno dell’ufficio stampa del Gruppo Galgano.

Lascia un commento