Insurtech Italia: ecco le tre startup vincitrici dell’Open F@b Call4ideas 2016

insurtech

Sono Amyko, SPIXII e D-Heart le tre startup vincitrici della Open-F@b Call4ideas 2016, la terza edizione del contest promosso dalla compagnia di assicurazione BNP PAribas Cardif con InsuranceUp e in collaborazione con il Polihub, l’incubatore gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano.

“Rispondere ai nuovi trend significa innanzitutto semplificare la vita dei nostri clienti ed essere più vicino a loro: per questo abbiamo chiesto alle start-up che hanno partecipato di presentarci piccole o grandi idee per migliorare la Customer Experience – ha dichiarato Isabella Fumagalli, Amministratore Delegato di BNP Paribas Cardif in Italia – Ancora una volta siamo rimasti colpiti dalla creatività dei progetti che ci sono arrivati, molti in ambito salute e sicurezza, che sono tutti interessanti e danno delle risposte molto chiare. Per avere una customer experience positiva, simile a quella di altre industries più avanzate in questo senso, le Compagnie devono soprattutto migliorare la conversazione con i propri clienti, rendendola più fluida e bidirezionale, e offrire servizi ad alto valore aggiunto sfruttando al meglio le nuove tecnologie.”

insurtech-italia
I vincitori della terza edizione Open-F@b Call4ideas

Vediamo ora insieme nel dettaglio le tre startup arrivate sul podio.

Amyco è la vincitrice di questa terza edizione. Si tratta di una tecnologia associata ad un dispositivo indossabile che permette di condividere e archiviare tramite un’apposita app ma anche sul web, tutte le informazioni mediche e sanitarie della persona che lo indossa per poi trasmetterle in tempo reale ad un soggetto terzo.

Arrivato secondo, SPIXII è una tecnologia chatbot grazie alla quale le assicurazioni possono aumentare la customer experience. SOIXII è infatti un agente di assicurazione automatizzato in grado di parlare con i clienti tramite chat. Una tecnologia simile è già disponibile anche su Trov, startup insurtech californiana.

Sul gradino più basso troviamo D-Heart. Si tratta di un piccolo elettrocardiografo portatile che si può collegare via bluetooth a qualsiasi tipo di smartphone. Realizza un elettrocardiogramma istantaneo che si può poi condividere con il proprio medico (tramite e-mail) o a pagamento con un centro di telecardiologia a distanza attivo 24/24.

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento