Insurtech, Kinsu: l’app che scuote l’assicurazione con un approccio socialmente responsabile

insurtech, kinsu

Insurtech, Kinsu: l’app che scuote l’assicurazione con un approccio socialmente responsabile.

Kinsu è l’idea innovativa di due assicuratori, Chris Sharpe e Russell Merrett, per cui ogni polizza acquistata aiuta un senzatetto attraverso una partnership con l’organizzazione benefica Streetlink.

Da sempre nel settore assicurativo, i due si sono resi conto che questo aveva bisogno di essere da un lato rinnovato, dall’altro “riportato all’essenza della comunità condivisa, che definisce l’assicurazione: sono i premi di molti che pagano le perdite per pochi” come afferma Sharpe. “Sembra che gli assicuratori facciano di tutto per distrarre da ciò che stanno effettivamente vendendo. Tali trucchi pubblicitari svalutano l’assicurazione”. Sharpe vuole cambiare il modo in cui le persone si sentono riguardo a un settore che, è giusto dire, ha un problema di immagine.

Sharpe e Merrett sono due ex dirigenti di Hiscox che stanno cercando di scuotere il mondo delle assicurazioni basandosi su un modo più onesto di agire e mettendo al centro la responsabilità sociale. “Nessuna ombra, nessun cattivo elemento” è il motto della compagnia. La coppia si è concentrata sugli aspetti negativi dell’assicurazione, “che è fuorviante, è difficile, è confusa ed è brutta”, ha detto Sharpe. “Le compagnie hanno questi siti web anni ’90, che fanno 50 domande su quale forma abbia il tetto, cosa ci sia nei cassetti dei clienti, di che colore è la loro biancheria intima, è terribile.”

Kinsu invece è stato progettato per essere più facile possibile, con un’app agile, un unico e breve documento sulla polizza, senza gergo assicurativo e che mostra cosa è coperto e cosa no.  Questo permette di coprire qualsiasi cosa nella casa di chi è assicurato, senza che debba elencare tutto ciò che ha; gli oggetti son coperti ovunque li si metta e il contratto può essere cancellato in qualsiasi momento.

I fondatori dicono che un approccio etico è centrale nella loro nuova mission. Ciascuna polizza stipulata sul portale aiuterà un senzatetto attraverso l’organizzazione benefica Streetlink. “Stiamo cercando di aiutare le persone a proteggere le loro case e i ragazzi di Streetlink stanno cercando di aiutare altre persone a trovarne una di casa” hanno detto entrambi.

Kinsu vuole abolire ciò che Merret chiama “modello di prezzi EasyJet” dove i consumatori sono attratti dal basso costo, e poi molte delle parti utili dell’assicurazione devono essere aggiunte in seguito. “La compagnia non si vuole vendere come l’alternativa più economica, ma sarà molto competitiva lo stesso” ha concluso.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

La Redazione di InsurZine è composta da collaboratori, influencer ed analisti, esperti del settore insurtech

Lascia un commento