Insurtech, la dashcam IA di Nomi

nomi project, insurtech

Insurtech, la dashcam IA di Nomi.

Nomi, startup con sede a Singapore, ha ottenuto il primo round di finanziamenti. Ad annunciarlo sul suo profilo LinkedIn è Guiam Wainwright fondatore della società insieme ad Arthur Wandzel.

Che cos’è Nomi

Sul suo sito Nomi si descrive come un assistente di intelligenza artificiale simile ad Alexa che, grazie ad una dashcam con doppia telecamera installata sul veicolo, registra ciò che accade sulla strada e quello che fa il conducente. Grazie alla registrazione, Nomi calcola il profilo di rischio del conducente che viene adeguato in tempo reale. La startup fornisce quindi al guidatore un ventaglio di opzioni assicurative in base al proprio risk score. Oltre a ciò, Nomi offre un’app che insegna ai conducenti come guidare in sicurezza in modo da abbassare il profilo di rischio e quindi i premi assicurativi. Nomi offre alle persone due opzioni di abbonamento. Gli utenti che scelgono di iscriversi a Nomi tramite uno dei loro partner assicurativi non dovranno pagare nulla, mentre chi decide di acquistare la dashcam senza assicurazione finirà per pagare 40 dollari al mese. Con entrambe le opzioni gli utenti ottengono un’installazione professionale in un luogo e in un momento a loro scelta, AI coaching, consigli di viaggio “unici” per evitare il traffico e stare al sicuro, premi e incentivi, nonché Nomi Sentinel e Nomi Protect, servizi che aiutano a proteggere l’auto e contattare i primi soccorritori in caso di incidente.

Ad oggi il servizio della startup è disponibile a Singapore e in Malesia ma grazie ai finanziamenti ottenuti prevede di sbarcare presto in Europa e negli Stati Uniti. La società è entrata da poco a far parte del programma di accelerazine di Entrepreneur First.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento