Insurtech, Lemonade contro Amazon: “Vuole rubarci i dipendenti”

insurtech, lemonade cofounders

Insurtech, Lemonade contro Amazon: “Vuole rubarci i dipendenti”.

“Just learned that Amazon.com is actively trying to poach Lemonade employees”. E’ questa la pesante accusa lanciata nei giorni scorsi da Shai Wininger co-fondatore e amministratore delegato di Lemonade. “To poach” in inglese vuol dire letteralmente “cacciare di frodo”. Ed è quello che, secondo Wininger, Amazon starebbe facendo da un po’ di tempo a questa parte. Le prede, in questo caso, sono gli impiegati della startup newyorchese che ha rivoluzionato il settore delle Assicurazioni.

“Mi chiedo se questa è la loro idea di supportare l’ecosistema delle startup” ha scritto Wininger su LinkedIn minacciando l’uscita di Lemonande da Amazon Web Service, la piattaforma “on demand” di servizi cloud computing offerta dal colosso dell’e-commerce.

Il co-fondatore di Lemonade non è l’unico ad aver puntato il dito contro la condotta scorretta dell’azienda di Seattle. Altre due startup israeliane, Twiggle e Zebra Medical Vision, hanno mosso la stessa accusa ad Amazon. Addirittura, Amir Konigsberg, CEO di Twiggle, ha rivelato di aver rischiato di perdere un intero team a causa dell’atteggiamento “aggressivo” di Amazon nei confronti dei suoi dipendenti: “La guerra per accappararsi i migliori talenti è normale ma bisogna operare sempre con un certo equilibrio”.

Werner Vogels, CTO di Amazon, ha cercato di buttare acqua sul fuoco. Come? Additando la colpa di questa “caccia” ai talenti ad una società di recuiting a cui Amazon si è affidato per la ricerca di sviluppatori tecnologici. “Assumere persone che sono dipendenti di aziende clienti va contro la nostra policy aziendale” ha scritto Vogels in un commento ad un post di Wininger.

Insurtech, Assicurazioni in allarme

Nonostante le smentite di rito, sono in molti a pensare che la politica aggressiva di Amazon risponda ad una precisa esigenza: accappararsi i migliori talenti in ambito tech per sviluppare nuovi prodotti. Anche in ambito assicurativo. L’amministratore delegato di Guidewire, Marcus Ryu, aveva affermato in tempi non sospetti che Amazon potrebbe rappresentare una “grande minaccia” per gli assicuratori se scegliesse di entrare nel mercato.
E’ solo di pochi giorni fa la notizia, secondo cui il gigante dell’e-commerce starebbe per chiudere un investimento in Acko General Insurance. Semplice coincidenza?

 

Nella foto di copertina i due founder di Lemonade: Daniel Schreiber (sinistra) e Shai Wininger

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek. Lavora all’interno dell’ufficio stampa del Gruppo Galgano.

One thought on “Insurtech, Lemonade contro Amazon: “Vuole rubarci i dipendenti”

Lascia un commento