Insurtech, l’obiettivo di Flyreel: rivoluzionare il processo di ispezione delle proprietà

flyreel, insurtech

Insurtech, l’obiettivo di Flyreel: rivoluzionare il processo di ispezione delle proprietà.

Reinventare il processo di ispezione di una proprietà attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale. E’ questo l’obiettivo che si è posta Flyreel, startup insurtech nata nel 2016 a Denver in Colorado, che da poco ha raccolto 3,85 milioni di dollari in un round di finanziamento guidato da Google Gradient Ventures, con la partecipazione di State Auto Labs (venture capital di State Auto Insurance) e Donan Forensic Engineering.

Flyrell ha sviluppato un assistente digitale intelligente denominato Flyreel Smarts, che guida gli assicurati nell’ispezione di una proprietà utilizzando la fotocamera del proprio smartphone. Il “contraente” in questo caso potrebbe essere il proprietario o il locatario di una proprietà residenziale o commerciale, oppure potrebbe essere una terza parte designata, ad esempio un agente che agisce per conto dello stipulante.

Attraverso un’app mobile dedicata, l’utente esegue una panoramica della proprietà. Flyreel Smarts automaticamente identifica e registra caratteristiche, contenuti e altri dettagli rilevanti per la realizzazione di una polizza. Non solo. L’assistente digitale dialoga con l’utente, dicendogli dove andare e chiedendogli di svolgere alcune attività per dimostrare di essere effettivamente all’interno della proprietà. I dati acquisiti dall’app vengono poi inviati ad un dashboard specifico dell’operatore oppure vengono integrati nei singoli sistemi di policy delle compagnie. I vantaggi di Flyreel Smarts sono sostanzialmente tre: consente un’auto ispezione su larga scala, evita agli ispettori professionisti di condurre un’ispezione fisica e infine emette una polizza con un premio che rappresenta il vero valore della casa (molte proprietà vengono infatti valutate sulla base di medie piuttosto che di ispezioni fisiche).

“La tecnologia unica di Flyreel e l’uso dell’intelligenza artificiale consentono alle compagnie di aumentare le dimensioni delle ispezioni immobiliari, creando allo stesso tempo una migliore esperienza utente reinventando il processo di ispezione tradizionale” afferma Mike LaRocco, presidente e CEO di State Auto Insurance Companies.

Fino ad oggi Flyreel aveva raccolto circa 2 milioni di dollari da business angel e altri 3,85 milioni dalle banche. Soldi che verranno reinvestiti per espandere il proprio team e sviluppare la tecnologia proprietaria.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

Lascia un commento