Insurtech, #NatiPer di AXA Italia premia ABZERO-X, un drone per la vita

insurtech, abzero

Insurtech, #NatiPer di AXA Italia premia ABZERO-X, un drone per la vita

Lunedì 27 novembre, AXA Italia ha premiato la startup Abzero srls, vincitrice della quarta edizione di #NatiPer 2017, per la progettazione di ABZERO-X, un drone per la vita. Il premio, del valore di 50.000 euro, è stato consegnato da Anna Gaudenzi, direttrice di Startup Italia, ai fondatori di Abzero, Andrea Cannas e Giuseppe Tortora, nella creativa location di “Open Milano”.

Insuretech, il contest #NatiPer di Axa Italia

#NatiPer è il contest promosso da AXA Italia per dare voce ai progetti di innovazione e protezione pensati per migliorare la vita delle persone. Giunto alla quarta edizione, il concorso prevede la candidatura e la condivisione di proposte concrete che, attraverso la protezione e l’innovazione, mettano al centro le persone. Il fine è infatti quello di migliorare la qualità della vita, generando nuove opportunità per il futuro.

Alessandro Vanoni, Head of Communication, Contents & Engagement di AXA Italia, ha spiegato bene questo importante progetto dell’azienda. “Con #NatiPer abbiamo voluto reinventare un po’ le cose. Reinventare è un termine molto frequente in Axa in questo periodo: è un bel termine, molto nobile e #NatiPer ha saputo interpretarlo bene in questi anni”.

Vanoni ha continuato a spiegare che #NatiPer è stato un modo per reinventare la comunicazione della stessa AXA Italia. Ha dimostrato che l’assicurazione è molto più di un semplice ombrello che protegge il mondo. Essa dà energia, abilita i progetti di vita, fa sì che le cose succedano. #NatiPer rappresenta una cosa importante: quello in cui crediamo. Le grandi compagnie assicurative non si definiscono solamente dalle azioni che svolgono, ma sono anche responsabili di quel dibattito che stanno generando nei media, nella società.”

Insurtech, un esempio concreto del cambiamento

La strategia di porre il cliente al centro è ormai propria di molte grandi aziende. “I nostri clienti ci chiedono tanto: di supportarli, di aiutarli, di continuare a seguirli in un’attività che non è soltanto di assicurazione in senso stretto ma anche di prevenzione” ha affermato Letizia D’Abbondanza, Direttore Customer di AXA Italia. L’assicuratore deve sapersi trasformare in un soggetto capace di accompagnare costantemente i clienti nella loro vita. “L’evento di oggi è un’occasione per sottolineare il fatto che vogliamo diventare sempre più qualcosa di diverso. E’ un esempio concreto di come possiamo aiutare le persone”.

Insurtech, uno scenario dinamico 

Le oltre 300 proposte ricevute da AXA Italia per #NatiPer hanno evidenziato uno scenario italiano dinamico e dal grande potenziale.

Maurizio Di Fonzo, Direttore Risorse Umane, Organizzazione e Chang Management di AXA Italia, si è dimostrato molto entusiasta. “E’ molto energizzante vedere quanta gente, quanti ragazzi e ragazze, in Italia ha ancora voglia di sognare, di intraprendere, e non pensano solo al profitto ma anche agli altri. Anche quest’anno è stato una conferma”.

Insurtech, Abzero srls e il loro progetto

Abzero srls nasce a Pisa nel febbraio del 2017 con l’obiettivo ambizioso di migliorare la vita delle persone attraverso l’innovazione e l’high tech applicati alla medicina. I suoi fondatori sono Andrea Cannas, architetto esperto in sistemi di progettazione di controllo, e Giuseppe Tortora, ingegnere biomedico-robotico. Da tempo lavorano all’idea di rendere possibile lo sviluppo e la realizzazione di un drone capace di trasportare sangue, emoderivati e farmaci: ABZERO-X.

“Abzero-x nasce da un chiacchierata tra due amici di vecchio corso – ci racconta Cannas – Dopo aver deciso il progetto ci siamo trovati poi davanti al cruccio di quale doveva essere il nostro nome. Come ci facciamo riconoscere? Visto che il nostro obiettivo principale è quello di trasportare il sangue perché non prendiamo il nome da tutti i gruppi sanguigni, A, B e 0? E così è stato”.

Parlando del drone, Tortora racconta che si sono focalizzati su una parte integrante del dispositivo, la “smart capsule”, una capsula intelligente. E’ una struttura pensata in carbonio che garantisce la conservazione del sangue, degli organi e dei medicinali trasportati, grazie a dei sistemi di controllo della temperatura. E’ inoltre una struttura aerodinamica, geolocalizzata e apribile e chiudibile solo dal personale medico. “Abbiamo poi integrato questa tecnologia con dei droni tradizionali che saranno sempre aggiornati sull’ultimo modello. Ci piace mostrare il fatto che il nostro progetto abbia una valenza sociale e sia collocato nel futuro perché si tratta di innovazione”.

Insurtech, uno sguardo al futuro

Pensando poi al futuro di ABZERO-X, Cannas e Tortora hanno affermato che procederanno spediti. Prossimo passo è quello di avere un sistema capsula intelligente con drone realmente funzionante e che possa essere provato in campo aperto.  L’obiettivo è di essere pronti per il lancio entro giugno 2018. In una prima fase il team proporrà ABZERO-X al mercato italiano, con l’ambizione di presentarlo anche all’estero.

“Per essere un servizio che ancora non è decollato abbiamo già suscitato un certo interesse – ha continuato Cannas – Questo è il futuro delle consegne, dove non ci potremo più affidare alle auto e al traffico”.

 

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento