Insurtech, Weber (DIG): “Offriamo soluzioni assicurative digitali a velocità record”

Ingo Weber, Digital Insurance Group, insurtech

Insurtech, Weber (DIG): “Offriamo soluzioni assicurative digitali a velocità record”.

Accelerare la trasformazione digitale delle assicurazioni e delle banche per intercettare i nuovi bisogni dei clienti. E’ questa la mission dichiarata di Digital Insurance Group, insurtech nata nel 2017 dalla fusione di due società europee: il broker digitale Knip e la startup olandese Komparu. Tra i partner di DIG figura Zurich che ha co-guidato il round di finanziamento di Serie A della società (15 milioni di euro). Il quartiere generale dell’insurtech è ad Amsterdam mentre gli altri due uffici si trovano a Berlino e Belgrado. Ci lavorano 59 dipendenti di 16 nazionalità diverse. A guidarli è Ingo Weber, Ceo e co-founder di DIG con una lunga esperienza professionale nel settore assicurativo, da Swiss Re a Ge Insurance passando per Softbank.

“Gli operatori storici del settore assicurativo si trovano ad affrontare due problemi – spiega Weber ad Insurzine – il primo riguarda il calo delle vendite che obbliga i player tradizionali a cercare nuovi approcci per raggiungere nuovi segmenti di clientela; il secondo si collega alla ricerca di nuovi servizi per la fidelizzazione dei clienti”.

Ed è in questo scenario che si inserisce DIG. “Per risolvere questi due problemi le compagnie devono rivedere tutta la loro architettura IT. Una cosa complessa che porta via molto tempo. Noi con la nostra piattaforma modulare basata su API e il framework front-end condiviso, consentiamo ad assicuratori e banche di creare nuove proposte digitali a velocità record. Si tratta di una piattaforma basata su dati che offre soluzioni di distribuzione e coinvolgimento dei clienti che vanno dallo strumento classico di preventivazione e acquisto al portale clienti, portale agenti e app mobile B2C”.

Insurtech, le soluzioni di DIG

Ad oggi, la soluzione DIG è composta da due elementi: la suite front-end condivisa e la suite middleware. La prima offre uno strumento di transazione digitale completo e di facile utilizzo. La suite funziona in modo user-friendly con uno strumento di chat per dispositivi mobile e web per facilitare l’acquisto e la gestione della copertura assicurativa.

La seconda si integra nell’infrastruttura IT esistente e si collega a più database e sistemi legacy per creare nuove piattaforme basate sui dati che offrono ai clienti un’esperienza assicurativa completamente personalizzata e mobile-first. È completamente containerizzata e può essere distribuita in locale per risolvere eventuali problemi di conformità o sicurezza o distribuita come servizio completamente basato su cloud. Funziona come un orchestratore di vari sistemi legacy e API di terze parti, consentendo l’accesso a ecosistemi come telematica, partner di benessere e IoT, che aumentano il coinvolgimento con i clienti e aiutano a ottenere dati aggiuntivi per personalizzare l’esperienza.

Weber non dà numeri ma rivela che la soluzione DIG è distribuita in tutto il mondo dall’Europa all’America Latina. In Italia DIG ha già collaborato con un assicuratore globale per lo sviluppo di un’app di coinvolgimento del cliente con l’obiettivo di costruire “l’assicuratore del futuro”. La società, conclude Weber, sta attualmente preparando un round di finanziamento di serie B.

Nella foto di copertina Ingo Weber, Ceo e co-founder di DIG

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.
Andrea Turco

Andrea Turco

E’ il Direttore Responsabile di Insurzine. Ha collaborato in passato con le redazioni di Radio Italia, Libero Quotidiano e OmniMilano. Si occupa di sondaggi per Termometro Politico. Ha contribuito alla realizzazione del magazine di informazione online Smartweek

Lascia un commento