Intelligenza Artificiale e Assicurazioni, i segnali che arrivano dal banking

insurtech, intelligenza artificiale

Intelligenza Artificiale e Assicurazioni, i segnali che arrivano dal banking.

“Le banche che investiranno nell’intelligenza artificiale e nella collaborazione uomo-macchina allo stesso ritmo dei Big del digitale, potrebbero incrementare le proprie entrate in media del 34%, accrescendo contemporaneamente l’occupazione del 14%”. A dirlo è Antonella Aureli, Capital Markets Lead di Accenture, nella seconda giornata del FinTechStage Festival organizzato dalla multinazionale della consulenza. L’evento ruota intorno all’Intelligenza Artificiale e al ruolo che questa può avere nel settore dei servizi finanziari in termini di redditività e produttività.

“Crediamo che l’intelligenza artificiale, se combinata con l’ingegno e la creatività umana, consentirà alle persone e alle imprese di ottenere di più dal proprio mondo – ha spiegato Antonella Aureli “Questo nuovo modello di lavoro, che in Accenture chiamiamo Applied Intelligence, consentirà alle banche di acquisire la capacità di risolvere sfide complesse, sviluppare nuovi prodotti e servizi e creare nuovi mercati, supportando così nuove fonti di ricavi. Tutto questo non è una lontana utopia, è già una realtà: le nostre ricerche indicano che tra il 2018 e il 2022 le banche che investiranno nell’intelligenza artificiale e nella collaborazione uomo-macchina allo stesso ritmo dei Big del digitale, potrebbero incrementare le proprie entrate in media del 34%, accrescendo contemporaneamente l’occupazione del 14%”.

Secondo la ricerca Future Workforce di Accenture, infatti, tre senior executive del mondo bancario su quattro, ritengono che il futuro sarà radicalmente trasformato da tecnologie intelligenti e che l’Intelligenza Artificiale sarà fondamentale per permettere a ciascuna impresa di differenziarsi sul mercato. Il 67% dei dirigenti, inoltre, si aspetta che nei prossimi tre anni l’IA porti ad un incremento di posti di lavoro all’interno della propria organizzazione. Dati di una certa rilevanza che il settore assicurativo guarda con grande interesse. Le Compagnie infatti stanno cominciando a studiare questa tecnologia per implementarla nei processi. Secondo una ricerca condotto dall’Osservatorio Artificial intelligence della School of management del Politecnico di Milano, le Assicurazioni insieme alle banche sono il settore in cui l’AI è più diffusa.

Seguici sui nostri canali social: Facebook Twitter 

Leggi tutte le nostre notizie cliccando QUI

The following two tabs change content below.

Lascia un commento